Con questo numero troverete anche il supplemento:

« mammaNONmamma »

LEGGENDARIA N. 123/2017 + SUPPL.

LA MAGNIFICA JANE AUSTEN MAGGIO 2017 – 74 PAGINE LA VERSIONE CARTACEA SARA’ DISPONIBILE DAL 12... 

LEGGENDARIA N. 122/2017

CORPI • SGUARDI • DESIDERI MARZO 2017 – 82 PAGINE   NUOVI SCENARI DELLA PORNOGRAFIA «SPECIALE/TURCHIA» Pubblicità,... 

LEGGENDARIA N. 121/2017

DI CHE COSA PARLIAMO QUANDO PARLIAMO DI POLITICA? GENNAIO 2017 – 72 PAGINE ≡ Interventi di: Angela... 

LEGGENDARIA N. 120/2016

SE UNA DONNA DICE BASTA! NOVEMBRE 2016 – 82 PAGINE ≡ SPECIALE/POLONIA – La rivoluzione degli ombrelli... 

LEGGENDARIA N. 119/2016

OGGETTO BAMBINE SETTEMBRE 2016 – 76 PAGINE ≡ ILDEGARDA DI BINGEN • CHARLOTTE BRONTË • CARYL... 

LEGGENDARIA N. 118/2016

PERSONAGGE D’ESTATE LUGLIO 2016 – 68 PAGINE ≡ PARTURITION / PARTORIRE DI MINA LOY (1924) • UN... 

LEGGENDARIA N.117/2016

FEMMINICIDIO MAGGIO 2016 – 76 PAGINE ≡ SVETLANA ALEKSIEVIˇC • LUCIA BERLIN • ANNIE ERNAUX •... 

LEGGENDARIA N.116/2016

COSÌ VICINE, COSÌ LONTANE MARZO 2016 – 92 PAGINE … NUMERO SPECIALE!  ≡ DONNE CURDE IN ROJAVA... 

LEGGENDARIA N.115/2016

MAMME MIE! GENNAIO 2016 — 80 PAGINE «SPECIALE: Sui maschi, ancora» Nell’appassionato e appassionante... 

LEGGENDARIA N.114/2015

MIGRAZIONI NOVEMBRE 2015 — 82 PAGINE ≡ STRENNE/UNDER-15 • TERRE/MUTATE • SINODO • MADRI E... 

LEGGENDARIA N.113/2015

CIAO, MASCHI SETTEMBRE 2015, 92 PAGINE, 10 EURO  • JANE AUSTEN • CHARLOTTE BRONTE • EMILY DICKINSON... 

LEGGENDARIA N. 112/2015

NEAPOLITAN LUGLIO 2015, 84 PAGINE, 10 EURO   Speciale / Thrillerosa Pratiche / Dossier Gender Neapolitan:... 

Leggendaria, rivista di libri letture e linguaggi dal 1997.

La magnifica Jane Austen

In vista del bicentenario della morte – e della prima pubblicazione

di Persuasione e de L’abbazia di Northanger – celebriamo

la scrittrice che ha spostato per prima e per sempre

lo sguardo delle donne su se stesse

Jane Austen non è solo un pilastro del canone letterario occidentale, è allo stesso tempo una icòna della cultura popolare di primissima grandezza. Inoltre, i suoi romanzi sono «tra i pochi classici che si continuano a leggere innanzi tutto per il piacere della lettura», sostiene, a ragione, Beatrice Battaglia. Gli studi e la produzione critica su di lei sono ormai un corpus immenso mentre il “fenomeno Austen” continua a crescere: innumerevoli i film e sceneggiati Tv – e recentemente anche web-serie – ispirati a lei e alle sue opere, con rifacimenti, trasposizioni, sequel e prequel dei romanzi, nuove narrazioni che prendono spunto dai suoi personaggi, riscritture e reinterpretazioni in chiave moderna, gialli, horror, fumetti, fan-fiction e così via.

Si moltiplicano anche i club di lettura, i siti e le “società” o associazioni nazionali e internazionali (in Italia, tra le altre, la Jasit, Jane Austen Society of Italy – www.jasit.it) a lei dedicati, attraverso i quali appassionati lettori e lettrici organizzano eventi e reading, viaggi nei luoghi della scrittrice e balli in costume, pic-nic e appuntamenti per il tè. Poi ci sono i blog che fanno circolare in Rete notizie, recensioni, iniziative e quant’altro vive e si muove intorno al mondo austeniano. Per non parlare del merchandising che utilizza il nome della scrittrice come un marchio di sicuro successo. Nel 2011 il manoscritto dell’incompiuto The Watson, datato 1804, fu venduto all’asta da Sotheby’s alla Bodleian Library di Oxford per la cifra record di un milione e ottocentomila euro.

Se digitate “Jane Austen” su Google, il motore di ricerca vi fornirà circa 23 milioni di voci. Siamo davanti a un fenomeno che coinvolge forse più donne che uomini – ma il suo pubblico maschile, diversamente da molte scrittrici del passato e del presente, Austen l’ha avuto sin dall’inizio – e diverse generazioni.