LEGGENDARIA N. 125/2017

DEPRESSE NON SI NASCE SETTEMBRE 2017 – 76 PAGINE   «SPECIALE/ PICCOLI GRANDI LETTORI&LETTRICI» “Depresse... 

LEGGENDARIA N. 124/2017

PENSANDO IL FUTURO LUGLIO 2017 – 68 PAGINE   In un presente incerto e pieno di minacce si moltiplicano... 

LEGGENDARIA N. 123/2017 + SUPPL.

LA MAGNIFICA JANE AUSTEN MAGGIO 2017 – 74 PAGINE   «SUPPLEMENTO/ mammaNONmamma» Nel bicentenario... 

LEGGENDARIA N. 122/2017

CORPI • SGUARDI • DESIDERI MARZO 2017 – 82 PAGINE   NUOVI SCENARI DELLA PORNOGRAFIA «SPECIALE/TURCHIA» Pubblicità,... 

LEGGENDARIA N. 121/2017

DI CHE COSA PARLIAMO QUANDO PARLIAMO DI POLITICA? GENNAIO 2017 – 72 PAGINE   ≡ Interventi di:... 

LEGGENDARIA N. 120/2016

SE UNA DONNA DICE BASTA! NOVEMBRE 2016 – 82 PAGINE   ≡ La rivoluzione degli ombrelli • PALESTINA... 

LEGGENDARIA N. 119/2016

OGGETTO BAMBINE SETTEMBRE 2016 – 76 PAGINE ≡ ILDEGARDA DI BINGEN • CHARLOTTE BRONTË • CARYL... 

LEGGENDARIA N. 118/2016

PERSONAGGE D’ESTATE LUGLIO 2016 – 68 PAGINE ≡ PARTURITION / PARTORIRE DI MINA LOY (1924) • UN... 

LEGGENDARIA N.117/2016

FEMMINICIDIO MAGGIO 2016 – 76 PAGINE ≡ SVETLANA ALEKSIEVIˇC • LUCIA BERLIN • ANNIE ERNAUX •... 

LEGGENDARIA N.116/2016

COSÌ VICINE, COSÌ LONTANE MARZO 2016 – 92 PAGINE … NUMERO SPECIALE!  ≡ DONNE CURDE IN ROJAVA... 

LEGGENDARIA N.115/2016

MAMME MIE! GENNAIO 2016 — 80 PAGINE «SPECIALE: Sui maschi, ancora» Nell’appassionato e appassionante... 

LEGGENDARIA N.114/2015

MIGRAZIONI NOVEMBRE 2015 — 82 PAGINE ≡ STRENNE/UNDER-15 • TERRE/MUTATE • SINODO • MADRI E... 

Leggendaria, rivista di libri letture e linguaggi dal 1997.

Tema / La Questione

DEPRESSE NON SI NASCE

I dati sono impressionanti: le donne si ammalano più del doppio degli uomini. Secondo Elvira Reale e le altre studiose, la depressione femminile è la risposta alle violenze subite, a tutto quello che impedisce a una donna di godersi autonomia, potere, autostima. Le piste dei tanti artisti e artiste che l’hanno vissuta e descritta

di Silvia Neonato

In principio fu l’isteria, con le sue paresi, le crisi epilettiche, la cecità – e Freud ne fece la patologia mentale femminile per antonomasia. Poi, nel Novecento, ha preso la scena un altro disturbo psichico – femminile e maschile – definito depressione, che è una sorta di implosione rabbiosa verso di sé e verso gli altri.

In Italia, nel 1964, è stato Giuseppe Berto per primo a raccontare ne Il male oscuro la propria esperienza di depresso cronico, rompendo il silenzio nel quale si barricava la società del tempo. A dire il vero Paola Masino, già nel 1938, nel romanzo in parte autobiografico Nascita e morte della massaia – censurato dal fascismo perché disfattista e cinico – aveva narrato la storia tragicomica di quella che oggi chiameremmo una casalinga maniaco depressiva, una personaggia che fin da bambina «va catalogando pensieri di morte». Ma è comunque Berto a imporsi nel dopoguerra quando, dopo la morte del padre con il quale aveva un rapporto molto difficile, scrive Il male oscuro spinto dal proprio psicanalista. Il titolo, ispirato alla definizione che della depressione aveva dato un altro scrittore, Carlo Emilio Gadda, contribuì al suo incredibile successo (è stato appena ristampato). Depressione era ancora una parola tabù, a malapena si ammetteva un “esaurimento nervoso” e ricorrere a psichiatri, farmaci e psicanalisti era vergognoso e sconveniente.… leggi tutto →