By

LEGGENDARIA N. 135/2019

SUL DOPPIO

MAGGIO 2019 – 84 PAGINE

 

« L’Editoriale »

← La Copertina | Leggi il Sommario →

A chi non piacerebbe avere una fisionomia chiara, una soggettività ben definita, senza sbavature e ambiguità, da spendere nel mondo? Ma, lo sappiamo bene, non è così facile. E forse neanche auspicabile. Perché siamo il prodotto di materiali reali e immaginari che fanno di ciascuno e ciascuna di noi esseri complessi, che si raccontano e raccontano storie e vite complesse. Nel nostro Tema “Sul doppio”, pensato e curato da Barbara Mapelli, abbiamo tentato di mettere a fuoco la luce e l’ombra, il Bene e il Male, l’ambiguità e l’ambivalenza che alcune narrazioni ci restituiscono. In particolare, ci siamo chieste se su queste “doppiezze” donne e uomini lavorano diversamente: sui miti, l’arte, le narrazioni, i linguaggi, le relazioni. Ne viene fuori, crediamo, un panorama ricco con molte piste da seguire per andare più in profondità. Perché la domanda di fondo è sempre la stessa e sempre da riformulare: chi siamo, e come siamo diventate quello che oggi siamo?

Il Focus di Cristina Giudice mette a punto lo stato attuale degli Animal Studies, legandolo – dal nostro punto di vista – al discorso anti-specista e ambientalista, temi che ci riguardano in modo sempre più pressante mentre cresce l’allarme per il riscaldamento globale. 

L’assai ricca sezione dei Primopiano si apre con un denso attraversamento dell’opera dell’artista messicana Teresa Margolles (Annalisa Comes) e prosegue con affondi su poete come Anna Toscano, Maria Pia Quintavalla e sui romanzi di Titti Marrone e Giulia Caminito, Lili Grün e Rose Macaulay. Sul tema del post-coloniale l’articolo di Marina Vitale su un bel libro di Marina De Chiara e quello di Monica Luongo sull’Africa immaginata da Selwine Farr: due testi che si parlano. Ed è tutto da leggere la recensione di Antonella Fimiani al libro di Cristina Cattaneo, il medico legale che si è dedicata al riconoscimento dei corpi di migranti annegati nel Mediterraneo. Le Letture, ovviamente, sono sempre chicche preziose, come le nostre Rubriche, che a volte, con straordinaria sintonia, si riallacciano ai temi del numero, come in questo caso, In/note di Loredana Metta.

Buona lettura, dunque, in attesa dell’estate.

By

LEGGENDARIA N. 135/2019

SUL DOPPIO

MAGGIO 2019 – 84 PAGINE

 

« Sommario »

← Leggi l’Editoriale

TEMA/SUL DOPPIO

a cura di Barbara Mapelli


≡ LETTERATURA

Raddoppiarsi nelle storie dell’Altra

di Barbara Mapelli … pag. 7

≡ DIVINITÀ

La Dea Doppia

di Maristella Lippolis … pag. 9

≡ MITOLOGIA

Le molte duplicità di Medea

di Vittoria Longoni … pag. 11

≡ ARTE

Angelika e Arianna, sedotte e abbandonate

di Ezio Rovida … pag. 13

≡ MARINA CVETAEVA

L’Amazzone o Aspasia, alla ricerca di sé

di Annalisa Comes … pag. 16

≡ FILOSOFIA

Nell’Iliade, figure di forza e fragilità

di Elvira Federici … pag. 18

≡ INGEBORG BACHMANN

Chi è Malina? Uno, una, tanti, Io

di Claudia Alemani … pag. 20

≡ JHUMPA LAHIRI

Da una lingua all’altra

di Daniela Matrònola … pag. 22

≡ GENEALOGIA

Specchio, specchio delle mie brame

di Nadia Tarantini … pag. 24

≡ FEMMINISMO

Prendersi cura di sé e del mondo

di Marina Piazza … pag. 26

≡ CINEMA

Anime e volti in lotta sullo schermo

di Giovanna Pezzuoli … pag. 29

≡ SERIE TV

Killing Eve e la manomissione dell’identico

di Federica Fabbiani … pag. 31

Due in una: Lila e Lenù

di Anna Maria Crispino … pag. 33

≡ MONDO DIGITALE

Il lato oscuro di Senua, eroina dei videogiochi

di Fabrizia Malgieri … pag. 34


A/MARGINE

≡ MUSICA

Parole cantate

di Laura Colombo … pag. 36


FOCUS

≡ ANIMAL STUDIES

Umano versus animali? Recita contro natura

di Cristina Giudice … pag. 37

≡ AMBIENTE

Antropocene, qui e ora

di Dede Varetto … pag. 43

Piante ornamentali, metafora dell’inumano

di Giuseppe Mulas … pag. 45


PRIMOPIANO

≡ ARTE

Impronte: la testimonianza di Teresa Margolles

di Annalisa Comes … pag. 47

≡ ANNA TOSCANO

Come un Requiem mozartiano

di Valeria Viganò … pag. 51

≡ MARINA DE CHIARA

L’arte che denuncia l’ordine coloniale

di Marina Vitale … pag. 52

≡ FELWINE SARR

Immaginare un’altra Africa

di Monica Luongo … pag. 54

≡ MARIA PIA QUINTAVALLA

In volo poetico con la Madre

di Pasqualina Deriu … pag. 56

≡ CRISTINA CATTANEO

Quei corpi straziati dei senza nome

di Antonella Fimiani … pag. 58

≡ LILI GRÜN

I tempi migliori non tornano

di Francesca Caminoli … pag. 60

≡ ROSE MACAULAY

Nel furore della Grande Guerra

di Giovanna Mozzillo … pag. 62

≡ TITTI MARRONE

Capovolte, l’una nell’altra

di Elvira Federici … pag. 64

≡ GIULIA CAMINITO

Storie nella Storia

di Nadia Tarantini … pag. 65


LETTURE

≡ CHIARA INGRAO

Dalla Sicilia alla Germania e ritorno

di Anna Mainardi … pag. 67

≡ GUIDE

L’anima di Orvieto

di Elvira Federici … pag. 67

≡ MONICA GENTILE

Illuminare rapporti sbagliati

di N.T. … pag. 68

≡ ANNE C. BOMANN

Una nuova vita a 70 anni

di Luisa Ricaldone … pag. 69

≡ LETTERATURA

Una stanza che profuma di libertà

di Maria Vittoria Vittori … pag. 70

≡ PAOLA TAVELLA

Donne che scelgono uomini incorreggibili

di N.T. … pag. 70

≡ MANUELA LUNATI

Luoghi erotizzati ed erotizzanti

di Elvira Federici … pag. 71

≡ MARISTELLA LIPPOLIS

Lontana dal Continente, sull’isola-mondo

di Anna Maria Crispino … pag. 72


RUBRICHE

≡ GIARDINI IMMAGINARI

Il corpo, primo luogo del selvaggio

di Giuliana Misserville … pag. 73

≡ IN/VERSI

Le complesse relazioni tra madri e figlie

di Maria Clelia Cardona … pag. 74

≡ CANTO&CONTROCANTO

Aspirina ed Erbacce

di Laura Marzi e Francesca Maffioli … pag. 75

≡ IN/NOTE

Finché morte non ci separi

di Loredana Metta … pag. 76

≡ TOPFIVE

I magnifici 5

di Monica Luongo … pag. 77

≡ NEWS

Appuntamenti e notizie

a cura di Giulia Crispino … pag. 78

≡ CAMPAGNA ABBONAMENTI 2019 … pag. 80

≡ LE NOSTRE LEGGENDARIE MADRINE … pag. 82

By

LEGGENDARIA N. 134/2019

MA CHE RABBIA!

MARZO 2019 – 84 PAGINE

 

« L’Editoriale »

← La Copertina | Leggi il Sommario →

Un altro 8 marzo di mobilitazione in tutto il mondo e la determinazione delle donne a non arretrare cresce. Perché la misoginia dilaga, le destre – nelle sue forme peggiori – avanzano, la violenza maschile, verbale e fisica, sembra potersi esprimere senza più alcuna remora. Non è solo un’impressione. Noi non siamo solitamente allarmiste perché, se guardiamo ai complessi processi in atto, allo stesso tempo vediamo sintomi di altro segno: ci pare che i nuovi femminismi ci dicano che il movimento è ormai chiaramente intergenerazionale e che forme nuove di protagonismo femminile stiano emergendo in politica come in altri campi: dalla rappresentanza alle iniziative civiche, dall’istruzione alle professioni, dall’interno di comunità cosiddette “minoritarie” e nella cultura in senso lato. Eppure, i segnali di rivalsa maschile, di attacchi espliciti su terreni che ritenevamo acquisiti in Occidente e in Europa – e in Italia: dalla 194 al diritto di famiglia, dalla pluralità delle forme di convivenza e delle identità sessuali alla Legge Merlin sulla prostituzione, dagli studi di genere al Welfare, per citarne solo alcuni – siano clamorosi e assai aggressivi. Ignorarli non si può e non serve: è necessario guarda- re, comprendere e giudicare ciò che accade. E se è vero che la misoginia è il primo ineludibile segnale di un processo che ci può portare verso una involuzione democratica, il prevalere di governi illiberali crea un contesto in cui le donne sono e saranno i principali bersagli. Dunque, mettere insieme alcuni tasselli di uno scenario ci è sembrato la cosa giusta da fare in questo fascicolo di Leggendaria. Perché dietro il rancore e l’odio che sembrano attualmente prevalere nelle società occidentali (verso i/le migranti, gli/le omosessuali, le comunità cosiddette di “minoranza”, i poveri, insomma tutti/e coloro che sono portatrici/portatori di “diversità” percepite come apparentemente intollerabili) c’è a nostro avviso la grande rabbia dell’uomo bianco, che teme la perdita dei suoi privilegi e di tutto ciò che definiva la sua identità virile: il controllo sulle donne e i figli, lo status economico, il suprematismo razziale e la sua centralità, anche simbolica, di detentore di un potere ordinativo in campo sociale, politico e culturale. Anche in vista delle prossime elezioni europee, dedichiamo quindi il nostro “Tema” – oltre 50 pagine – all’analisi dei due fenomeni: la rabbia degli uomini e i nuovi protagonismi femminili. Dai due venti contrapposti che stanno soffiando forte sulle nostre società, forse verrà fuori una grande tempesta. Non basterà, crediamo, resistere alle raffiche, magari ritirandosi nel privato: occorre mettere in campo tutta la creatività politica, sociale e culturale di cui saremo capaci.

Ma in questo fascicolo troverete comunque anche le nostre consuete sezioni e rubriche: da In memoria a Pratiche, dai Primopiano alle Letture, dalle Interviste alle News. E naturalmente la nostra Campagna abbonamenti 2019: rinnovate o sottoscrivete un nuovo abbonamento, abbiamo più che mai bisogno di voi.

Buona Lettura e Buon 8 Marzo!

By

LEGGENDARIA N. 134/2019

MA CHE RABBIA!

MARZO 2019 – 84 PAGINE

 

« Sommario »

← Leggi l’Editoriale

TEMA MA CHE RABBIA!

≡ APERTURA

La rabbia degli uomini. Le donne in campo

di Anna Maria Crispino … pag. 7

≡ MISOGINIA

Il maschio furioso

di Silvia Neonato … pag. 8

Ma gli uomini odiano le donne?

di Simona Bonsignori … pag. 11

≡ IMMIGRAZIONE

La “percezione” che stravolge la realtà

di Franca Fossati … pag. 13

≡ MOLESTIE

#MeToo un anno dopo

di Nadia Tarantini … pag. 15

≡ RAZZISMO

Perché torniamo a parlare di fascismo

di Gisella Modica … pag. 16

≡ PROSTITUZIONE

Come combattere la violenza della prostituzione

Intervista di Luciana Tavernini a Ilaria Baldini … pag. 18

≡ DECRETO PILLON

Sulla famiglia, indietro tutta

di Sara Pollice … pag. 20

Prove tecniche di restaurazione

di Simona Bonsignori … pag. 21

≡ UOMINI

Quelli che provano a parlare di sé

di Monica Luongo … pag. 22

Maschi isolati, mai liberi, sempre precari

di Daniela Matrònola … pag. 24

≡ UNGHERIA

La fine dello stato di diritto comincia dall’attacco alle donne

di Giorgia Serughetti … pag. 26

≡ POLONIA

Chi può salvarci dall’odio?

di Zuzanna Krasnopolska … pag. 28

≡ BRASILE

La reazione di Bolsonaro si tinge di rosa e d’azzurro

di Cecilia Casini … pag. 30

≡ POLITICA

Donne, finalmente?

di Alessandra Quattrocchi … pag. 32

Speriamo che sia femmina

Interviste di Alessandra Quattrocchi a Elly Schlein e Lia Quartapelle … pag. 33

C’è un punto di vista femminista per rifondare l’Europa

Intervista di Sara Pollice a Eleonora Forenza … pag. 36

Una sindaca tra l’Abruzzo e l’Europa

di Maria Rosaria La Morgia … pag. 38

≡ PROTAGONISMI-ROMA

Quando loro dicono basta

di Marina Cavallieri … pag. 40

Noi ci rimbocchiamo le maniche

Intervista a Emma Amiconi … pag. 41

≡ PROTAGONISMI-TORINO

Madamine, un’intervista mancata

di Paola Gamna … pag. 42

Le scienziate, donne eccellenti

di Giovanna Pezzuoli … pag. 44

Femminismi, tra nuove sfide e nuovi conflitti

di Giorgia Serughetti … pag. 48

Nel mondo delle zingare

di Giovanna Pezzuoli … pag. 50


PRATICHE

≡ PARI OPPORTUNITÀ

Educare alle relazioni di genere? No, grazie

di Giovanna Covi … pag. 53


IN MEMORIA

≡ SILVANA MAJA

Quella vita passata a regalare sogni

di Nadia Tarantini … pag. 54


INTERVISTE

≡ TAKOUA BEN MOHAMED

L’ironia sotto il velo che svela i pregiudizi

di Maria Vittoria Vittori … pag. 56

≡ STEFANIA TARANTINO

Voglia di Teoria

di Gisella Modica … pag. 58


PRIMOPIANO

≡ MARIALUISA BOCCIA

Il corpo, pietra d’inciampo del pensiero

di Elvira Federici … pag. 60

≡ PINAR SELEK

Lontana dal Bosforo

di Antonella Fimiani … pag. 62

≡ CAMILLA ENDRICI

Aborto, le parole per dirlo

di Giovanna Covi … pag. 64

≡ LIDIA CURTI

Una trascinante epica dell’Altra

di Marina Vitale … pag. 65

≡ EPISTOLARI

Cara madre ti scrivo…

di Saveria Chemotti … pag. 67

≡ MEMORIA

Scrivere in tempo di guerra

di Patrizia Larese … pag. 69

≡ SERIE TV

Storie inedite di personagge impreviste

di Anna Maria Crispino … pag. 70


LETTURE

≡ JENNIFER HAIGH

Nel profondo dell’America

di Maria Vittoria Vittori … pag. 72

≡ PIROMALLI/SALEMI

Il fascino indiscreto dei mariti inutili

di Giovanna Mozzillo … pag. 72

≡ NONA FERNÁNDEZ

Fantasmi di un golpe

di Paola Meneganti … pag. 73

≡ LAURA PUGNO

Domande che prendono corpo

di Maria Vittoria Vittori … pag. 74

≡ EDNA O’BRIEN

Una feroce faida

di Anna Trapani … pag. 74

≡ RAFFAELLA BATTAGLINI

Quella inquietudine che non lascia scampo

di Maria Vittoria Vittori … pag. 74

≡ LAUREN GROFF

Cartografia di emozioni

di M.V.V. … pag. 75


RUBRICHE

≡ IN/NOTE

Un progetto meraviglioso in terra di Puglia

di Loredana Metta … pag. 76

≡ CANTO&CONTROCANTO

Coi morti ci si prende troppe libertà

di Francesca Maffioli e Laura Marzi … pag. 77

≡ NEWS

Appuntamenti e notizie

a cura di Giulia Crispino … pag. 78

≡ CAMPAGNA ABBONAMENTI 2019 … pag. 80

≡ LE NOSTRE LEGGENDARIE MADRINE … pag. 82

By

LEGGENDARIA N. 133/2019

DONNE DEL/NEL ’68

GENNAIO 2019 – 76 PAGINE

«Fabrizia Ramondino» 

 

« L’Editoriale »

← La Copertina | Leggi il Sommario →

Primo numero del Nuovo Anno e facciamo un bilancio ragionato sui volumi usciti in occasione del cinquantenario del ’68: testimonianze e riflessioni di donne che c’erano e hanno vissuto quel mitico anno scegliendo la militanza politica e/o l’impegno sociale. L’insieme restituisce un mosaico cangiante e ricchissimo che ci consente di capire come e perché il nodo politica/femminismo sia tuttora così complesso e problematico pure in un contesto assai diverso, non solo perché è lo scenario politico, sociale e culturale del nostro Paese a essere profondamente mutato, ma anche perché “per fortuna” ci sono nuove figure di protagonismo femminile a occupare la scena. Non ci furono solo “ragazze” nel ’68, ma anche donne già adulte: datare gli eventi è importante perché spiega la complessità e il senso di ciò che è accaduto. E dà ragione di una continuità che la componente maschile di quei movimenti generalmente non ha avuto.

Parliamo di teatro attraverso il dialogo tra Sarah Perruccio e l’attrice Elena Bucci, di Women’s Studies negli Usa con una intervista di Loredana Magazzeni a Cosetta Seno e un articolo di Gabriella Romani; Anna Toscano ricorda la veneziana Alda Monico e Maria Vittoria Vittori ha intervistato la scrittrice Elisabeth Åsbrink. Pina Mandolfo e Anna Trapani ci raccontano l’ultimo bellissimo libro di Maria Attanasio mentre Daniela Matrònola sceglie un recente breve romanzo di Patrizia Carrano. Dedichiamo alcune pagine all’amata Fabrizia Ramondino, scrittrice che non merita l’oblio in cui si trova. E c’è an-che un piccolo Focus sull’amore, dentro e fuori il matrimonio, come lo raccontano scrittrici e scrittori di lingue e paesi di-versi.

E ancora: a che punto è la relazione tra padri e figlie? Ce ne parla Saveria Chemotti. E come stanno cambiando le relazioni d’intimità? Lo mette a fuoco Giuliana Misserville in una recensione dell’ultimo libro di Barbara Mapelli. Marina De Chiara ha letto il magnifico libro di María de las Nieves sullo stereotipo della “puella” e Daniela Daniele annuncia l’uscita (finalmente anche in italiano) del volume di Shari Benstock sulle donne della Rive Gauche.

Infine, in occasione del Giorno della Memoria, vi segnaliamo l’articolo di Annalisa Comes su Mireille Gansel e la rubrica di Loredana Metta. Letture, under-15, Rubriche e News completano il menu di questo fascicolo. In cui vi preghiamo di non tra-scurare le pagine della nostra Campagna abbonamenti: siamo sicure che non vorrete certo trascorrere il 2019 senza la vostra Leggendaria!

Ci vediamo a marzo (8-10), alla seconda edizione della Fiera dell’editoria delle donne: Feminism/2. Stiamo preparando un numero fantasmagorico per l’occasione. Vi aspettiamo e intanto buone letture.

By

LEGGENDARIA N. 133/2019

DONNE DEL/NEL ’68

GENNAIO 2019 – 76 PAGINE

«Fabrizia Ramondino» 

 

« Sommario »

← Leggi l’Editoriale

TEMA DONNE DEL/NEL ‘68

≡ APERTURA

Donne e ‘68. Storie di chi c’era e ancora c’è

di Anna Maria Crispino … pag. 7

Eretiche e ribelli

di Silvia Neonato … pag. 11

Il mondo visionario delle ragazze di Maggio

di Daniela Bertelli … pag. 13

Non fummo il “reparto donne” di un’altra ideologia

di Paola Meneganti … pag. 15

Quando il vento del cambiamento entrò nelle scuole

di Loredana Magazzeni … pag. 19

Il sentimento della politica

di Anna Maria Crispino … pag. 22


FOCUS/AMORE

≡ MARIA SERENA PALIERI

Amore&Matrimonio

di Nadia Tarantini … pag. 25

≡ ASSUNTA SARLO

Figli expat: amore di genitori, ma a distanza

di Luciana Di Mauro … pag. 27

≡ SESSO&SENTIMENTO

La metamorfosi del rosa

di Nadia Tarantini … pag. 28

≡ ANNETTE HERZOG

Ma come s’impara l’amore?

di Sara Bennet … pag. 29


PRATICHE

≡ BIBLIOTECHE

Una stanza tutta per noi

di Elvira Federici … pag. 30

≡ TEATRO

Un canto alla vita

di Sarah Perruccio, in dialogo con Elena Bucci … pag. 30


IN MEMORIA

≡ ALDA MONICO

Una moltitudine di personagge

di Anna Toscano … pag. 34


INTERVISTA/1

≡ ELISABETH ÅBRINK

1947, quando iniziò il presente

di Maria Vittoria Vittori … pag. 36


INTERVISTA/2

≡ COSETTA SENO

Femminismi a confronto grazie agli Women’s Studies

di Loredana Magazzeni … pag. 38


PRIMOPIANO

≡ STORIA

Da modello della Patria alla damnatio memoriæ

di Gabriella Romani … pag. 40

≡ BARBARA MAPELLI

Relazioni, oltre la famiglia eterosessuale

di Giuliana Misserville … pag. 42

≡ FABRIZIA RAMONDINO

Storia di un esilio

di Carolina Germini … pag. 44

Trittico femminile

di Laura Fortini … pag. 45

≡ PADRI E FIGLIE

Il nome del padre. Pagine bianche

di Saveria Chemotti … pag. 47

≡ MARIA ATTANASIO

Una magnifica eroina dimenticata

di Pina Mandolfo … pag. 51

Dalla parte dei vinti

di Anna Trapani … pag. 53

≡ MARÍA DE LAS NIEVES

Lo stereotipo della Puella, da meraviglia a mostro

di Marina De Chiara … pag. 53

≡ SHARI BENSTOCK

Quelle della Rive Gauche

di Daniela Daniele … pag. 55

≡ PATRIZIA CARRANO

Riparare un’ingiustizia

di Daniela Matrònola … pag. 57

≡ MIREILLE GANSEL

Tracce a stento salvate

di Annalisa Comes … pag. 59


UNDER-15

a cura di Sara Bennet

Angioletti custodi … pag. 60

Bambini a rischio … pag. 60

Miniature dei mesi … pag. 61

Fiabe dall’India … pag. 61

Un trauma da elaborare … pag. 61


LETTURE

≡ EVELINA SANTANGELO

Tra l’inferno e la vita

di Elvira Federici … pag. 62

≡ LIZA MARKLUND

Atto finale per la saga di Annika

di Nadia Tarantini … pag. 62

≡ MELBA ESCOBAR

Violenza a Bogotà

di Alessandra Riccio … pag. 63

≡ SARA COLAONE

Il diritto di scegliere

di Maria Vittoria Vittori … pag. 63

≡ LAUREN GROFF

Cartografia di emozioni

di Maria Vittoria Vittori … pag. 64

≡ MARIA SCERRATO

Un guerriero di nome Marinette

di Maria Vittoria Vittori … pag. 64

≡ COMELLO/B. TUTINO

Cuba riattraversata

di Alessandra Riccio … pag. 65

≡ NADIA TERRANOVA

Far ripartire il tempo

di Maria Vittoria Vittori … pag. 65


RUBRICHE

≡ IN/NOTE

Giorno della memoria. Libero è il mio canto

di Loredana Metta … pag. 66

≡ GIARDINI IMMAGINARI

Coltivare la libertà

di Giuliana Misserville … pag. 67

≡ CANTO&CONTROCANTO

Antifascista è chi antifascista fa

di Laura Marzi e Francesca Maffioli … pag. 68

≡ TOP FIVE

I magnifici 5

a cura di Nadia Tarantini … pag. 69

≡ NEWS

Appuntamenti e notizie

a cura di Giulia Crispino … pag. 70

≡ CAMPAGNA ABBONAMENTI 2019 … pag. 72

≡ LE NOSTRE LEGGENDARIE MADRINE … pag. 74

By

LEGGENDARIA N. 132/2018 + SUPPL.

TRANS/SCRITTURE

NOVEMBRE 2018 – 68 PAGINE

«SUPPLEMENTO//Per Bia Sarasini»

 

« L’Editoriale »

← La Copertina | Leggi il Sommario →

Il Tema di questo numero, curato da Giuliana Misserville, è dedicato alle “Trans/Scritture”: come figure, vite concrete e narrate stanno cambiando l’immaginario del nostro presente attraverso la letteratura, il cinema, la Tv e il teatro. Questioni da mettere in agenda non solo per comprendere fenomeni che tuttora in Italia sono generalmente considerati marginali – oltre che fortemente osteggiati – ma anche per riposizionarsi sul fronte delle molte identità in gioco.

Celebriamo poi il centesimo anniversario della morte di Rosa Luxemburg e dedichiamo ampio spazio alla figura della pittrice Artemisia Gentileschi. Ma mettiamo sotto i riflettori anche alcune grandi scrittrici: Antonella Anedda, Michela Murgia, Muriel Spark, Ali Smith. E poi ci sono le Strenne per gli Under-15, le Letture e le nostre imperdibili Rubriche.

Ma questo è un numero doppio, anzi ben di più, perché alla rivista alleghiamo un Supplemento di 80 pagine dedicato alla nostra Bia Sarasini, che ci ha lasciato il 14 ottobre: pubblichiamo i pensieri di alcune delle sue amiche più care, di chi con lei ha lavorato per molti anni in redazione e in altri luoghi significativi del femminismo italiano e, per sottolineare la qualità del suo impegno politico, una raccolta di testi recenti a firma della stessa Bia, curati dal Gruppo del Mercoledì di cui lei faceva parte. Non è solo un doveroso gesto di omaggio alla memoria di una donna che ci è stata estremamente cara. È anche un modo per tenercela vicina e valorizzare il suo pensiero e le sue pratiche, esemplari di una generazione che ha fatto del femminismo l’asse centrale della propria vita. Bia ha interpretato al meglio il nodo inscindibile tra personale e politico, sempre fedele a se stessa ma attenta al mondo e giocando a tutto campo, con altre e altri.

Naturalmente, nel nostro ultimo numero dell’anno, lanciamo la Campagna Abbonamenti 2019: guardate alle pagine 66-67 e rinnovate le vostre sottoscrizioni al più presto. Un regalo per noi e per voi, perché Leggendaria – ci pare – è più necessaria che mai e senza il sostegno di tutte/i non possiamo farcela.

Buona Lettura e Buone Feste!

By

LEGGENDARIA N. 132/2018 + SUPPL.

TRANS/SCRITTURE

NOVEMBRE 2018 – 68 PAGINE

«SUPPLEMENTO/Per Bia Sarasini»

 

« IL Sommario »

←   Leggi l’editoriale

TEMA TRANS/SCRITTURE

a cura di Giuliana Misserville


≡ APERTURA

Due questioni su narrativa e transessualità

di Giuliana Misserville … pag. 7

≡ SCRITTURE

Il variabile confine tra sessualità ibride e identità fluttuanti

di Lidia Curti … pag. 10

≡ PAUL B. PRECIADO

Contro il dominio eteropatriarcale

di Liana Borghi … pag. 13

≡ PORPORA MARCASCIANO

Dal corpo assoggettato a quello liberato

Intervista di Elisa Coco a Porpora Marcasciano … pag. 15

≡ TV

La vita ritrovata nell’eccesso delle Ball Room

di Federica Fabbiani … pag. 18

≡ ANGELA CARTER

Da Evandro a Eva, un corpo in maschera

di Marina Vitale … pag. 21

≡ BARBARA BUOSO

Medusa in cerca di una vita sua

di Luisa Ricaldone … pag. 23

≡ CINEMA

Non di solo corpo

di Federica Fabbiani … pag. 24

≡ POESIA

Versi dove la lingua perde i suoi confini

di Gabriella Musetti … pag. 26

≡ TEATRO

Un inno alla libertà del divenire

di Paola Bono … pag. 27

In Africa non c’erano confini (sessuali)

di Serena Guarracino … pag. 28

≡ ASIA

Khawaja Sara, essere transgender in Pakistan

di Monica Luongo … pag. 29

≡ FOTOGRAFIA

Soggetti invisibili incarnati con un clic

di Cristina Giudice … pag. 31


A/MARGINE

≡ ARTIGIANATO

Abbellire il quotidiano, con poco

di Lia Giachero … pag. 34

≡ NALINI MALANI

Architetta di pensieri

di Cristina Giudice … pag. 36


INTERVISTA

≡ ALEX CONNOR

La potenza di Artemisia

di Maria Vittoria Vittori … pag. 37


PRIMOPIANO

≡ ARTEMISIA GENTILESCHI

Le molte vie di una donna inquieta e libera

di Laura Ricci … pag. 40

≡ MICHELA MURGIA

Avalon rivisitata

di Anna Maria Crispino … pag. 42

≡ ANTONELLA ANEDDA

La sostanza delle cose

di Marilena Menicucci … pag. 43

≡ DONATELLA DI CESARE

Il paradosso della democrazia

di Antonella Fimiani … pag. 44

≡ MURIEL SPARK

La trasfigurazione della realtà

di Bianca Tarozzi … pag. 46

≡ ALI SMITH

Una voce che ci trasforma dentro

di Maria Vittoria Vittori … pag. 49

≡ ROSA LUXEMBURG

Cent’anni dopo

di Mario Simoncini … pag. 50


LETTURE/UNDER15

≡ STRENNE

a cura di Sara Bennet … pag. 54


LETTURE

≡ DWF

Palestinesi in lotta

di Gisella Modica … pag. 56

≡ ANGELA MARSONS

Effetti del disamore

di S. Be. … pag. 56

≡ GAJA CENCIARELLI

L’infelicità delle donne cattive

di N. T. … pag. 57

≡ OLJA SAVICEVI´C

Da un Paese mai dimenticato

di Maria Vittoria Vittori … pag. 57

≡ LISA GINZBURG

Lettere del suo nome

di Anna Maria Crispino … pag. 58

≡ MARGHERITA LOY

Un diario delicato e potente

di Francesca Caminoli … pag. 58


RUBRICHE

≡ CANTO&CONTROCANTO

Umani e animali

di Laura Marzi e Francesca Maffioli … pag. 59

≡ IN/NOTE

Golose di storia femminile

di Loredana Metta … pag. 60

≡ GIORDINI IMMAGINARI

Gli affreschi sepolti di Livia

di Giuliana Misserville … pag. 61

≡ IN/VERSI

Nate dalla diaspora

di Maria Clelia Cardona … pag. 62

≡ TOP FIVE

I magnifici 5

di Elvira Federici … pag. 63

≡ CAMPAGNA ABBONAMENTI 2019 … pag. 64

≡ LE NOSTRE LEGGENDARIA MADRINE … pag. 66

By

Supplemento a Leggendaria N. 132/2018

NON VENDIBILE SEPARATAMENTE

Per Bia Sarasini

NOVEMBRE 2018 – 80 PAGINE

← La Copertina | Leggi l’Editoriale →

a cura di

Leggendaria

Il Gruppo delle femministe del Mercoledì

∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼

Il 14 ottobre abbiamo perso Bia Sarasini, giornalista e scrittrice, politica e femminista. Lascia un grande vuoto in tutte noi, che le siamo state amiche e compagne


Parte prima

≡ AMICA E COMPAGNA

Una relazione personale e politica

di Anna Maria Crispino … pag. 4

L’amica perfetta

di Silvia Neonato … pag. 8

Portare Bia a scuola

di Maria Vittoria Vittori … pag. 12

Sapere ascoltare

di Giovanna Pezzuoli … pag. 13

Il sorriso di una foto

di Monica Luongo … pag. 14

Quel vincolo tra noi

di Letizia Paolozzi … pag. 16

Una lezione di vita

di Alberto Leiss … pag. 18

Il suo passo leggero

di Nadia Tarantini … pag. 20

NoiDonne, via delle Zoccolette. Disneyland, Roma

di Daniela Cannizzaro, Alessandra Di Pietro, Cristiana Scoppa … pag. 22

Un pezzo di vita condivisa

di Enzo Palmisciano … pag. 25

Una vita attiva e meditativa

di Anna Mainardi … pag. 27

Un moto carsico

di Simona Bonsignori … pag. 29


Parte Seconda

≡ IL FEMMINISMO È POLITICA

Bia e la politica

di Elettra Deiana … pag. 32

Testi di Bia Sarasini

Le parole per dire la morte … pag. 34

In piazza per la Grecia e anche per noi … pag. 35

Le relazioni, questione centrale … pag. 36

Perché a sinistra non ha senso contrapporre i diritti … pag. 37

Private, pubbliche e politiche … pag. 38

Il sogno di una sinistra che conta, tra Mélenchon e centrosinistra … pag. 41

Se le donne si mettono in marcia. Nuova politica ed elaborazione del lutto … pag. 41

Rivoluzionarie. Uomini e donne nuove, tra passato e futuro … pag. 47

Immaginare mondi comuni. I nuovi femminismi e la sinistra da costruire … pag. 53

La difficile reazione del mondo cattolico al referendum … pag. 57

Qualcosa di antico, anzi di nuovo … pag. 62

Donne che rompono il silenzio. Una storia politica … pag. 69

Sotto il segno della violenza … pag. 74

By

LEGGENDARIA N. 131/2018

PRATICARE L’UTOPIA

SETTEMBRE 2018 – 92 PAGINE

 

« L’Editoriale »

← La Copertina ׀ Sommario →

Ammirazione, affetto e riconoscenza verso una donna riconosciuta come autorevole possono produrre un dono: il Tema di questo numero, curato da Lorenza Perini e Bruna Mura, è un omaggio ad Alisa Del Re fatto di parole e riflessioni fortemente connesse al suo lavoro di ricerca e alle sue pratiche. Autrici e autori, italiane/i e straniere/i, hanno scelto di interloquire, ciascuna/o a suo modo, a partire dalle domande messe sul tavolo della discussione, finendo col tracciare un bilancio delle politiche dette “di genere” negli ultimi dieci anni. In una Europa in rapida trasformazione, e con un orizzonte assai incerto in vista delle elezioni della primavera 2019, i testi raccolti nel nostro Tema offrono più piste di analisi, materiali di cui discutere e molte suggestioni.
Nell’estate alle nostre spalle ci hanno lasciato due donne importanti e care: la scrittrice Clara Sereni e la cantante Aretha Franklin. Le ricordiamo entrambe, ma dedichiamo anche alcune pagine a Philip Roth, scrittore che più di molti altri ha lavorato a fondo e senza infingimenti sulla propria differenza (di maschio, ebreo e americano). Ricchissime le sezioni di a/margine e Primopiano, per non parlare delle Letture e delle nostre Rubriche.
Forse noterete in questo numero di Leggendaria alcuni aggiustamenti grafici: abbiamo cercato di definire meglio gli spazi, di rendere più chiare e – speriamo! – meno pesanti le aperture delle sezioni, accorpato le rubriche. La rivista, ahimè, ci somiglia: è bulimica, vorrebbe tenere sempre dentro tutto senza sacrificare nulla, ma la carta è un materiale concreto, è lei che ci impone la sua legge del limite! E dunque, governare le pagine è sempre un esercizio di “misura”.
Sfogliate, leggete e sappiateci dire.