By

LEGGENDARIA N. 116/2016; EDITORIALE

COSÌ VICINE, COSÌ LONTANE

← La Copertina | Leggi il Sommario →

Il perverso impastarsi di guerre, episodi di terrorismo, crisi dei migranti in una Europa esausta e apparentemente incapace di risposte all’altezza della civiltà di cui si sente orgogliosamente portatrice sta facendo pericolosamente aumentare la xenofobia e in particolare l’islamofobia. Facendo i conti con un immaginario diffuso che riporta in primo piano un’idea e una rappresentazione violenta del maschile – che i fatti del Capodanno a Colonia hanno messo in scena e in moto in tutte le sue componenti – ci siamo interrogate sulle donne d’Islam: quanto ne sappiamo, come le guardiamo, come loro ci guardano. Quelle della diaspora, che molto ci aiutano a capire attraverso il loro doppio sguardo; quelle che nei Paesi a maggioranza musulmana invece ci vivono, e che spesso, nelle loro infinite diversità di storia e di contesto, lì conducono le loro battaglie. Le sentiamo, allo stesso tempo, Così vicine, così lontane. Il Tema di questo numero, curato da Luciana Di Mauro e Giovanna Pezzuoli, convoca studiose e scrittrici, poete e cineaste, artiste e giovani italiane per aprire spiragli di dialogo che ci auguriamo consentano di non cedere a timori e diffidenze, di non smettere di pensarci e pensare il complesso che mondo in cui ci capita di vivere con il solo risultato di congelare in una irriducibile alterità le relazioni tra “noi” e “loro”, tra Occidente e Islam.

Dedichiamo inoltre uno Speciale, curato da Laura Corradi, al femminismo delle donne di Rojava, le tre provincie siriane federate – multietniche ma a maggioranza curde – protagoniste non solo di una resistenza civile e armata al Califfato, ma anche di un esperimento politico di notevole importanza.

Per festeggiare degnamente il nostro ventesimo compleanno, avviamo con questo numero altre due iniziative: riprendiamo la buona abitudine di intervistare “in profondità” le scrittrici (questa volta trovate Maria Rosa Cutrufelli e Angela Marsons) e inauguriamo un percorso nel mondo del teatro che durerà un anno per la cura di Costanza Boccardi attraverso dialoghi con donne che svolgono vari “mestieri” in scena e dietro le quinte.

Ricchissima la sezione di Primopiano: vi segnaliamo in particolare la ricca rassegna di testi dedicati alla Grande Guerra (Ivana Rinaldi), l’articolo di Valeria Gennero sull’ultimo libro di Jeanette Winterson e la doppia recensione (Luisa Passerini e Manuela Fraire) al piccolo magnifico memoir di Roberta Mazzanti. Under-15, Letture e le nostre Rubriche completano un numero che è stato per noi di grande impegno (92 pagine!) e che occuperà nella lettura le nostre lettrici e i nostri lettori fino a inizi giugno, quando sarà pronto il prossimo fascicolo. Ma l’impegno maggiore che vi chiediamo, come sapete, è quello di abbonarvi: Leggendaria ha bisogno di sostegno, noi del collettivo redazionale e le sempre più numerose – giovani e meno giovani – collaboratrici appassionate, hanno bisogno di sentirsi parte di una più ampia comunità di pensiero.

Coraggio, sottoscrivete! E buone letture.

← La Copertina | Leggi il Sommario →

By

LEGGENDARIA N.116/2016; SOMMARIO

← Leggi l’editoriale

TEMA / DONNE D’ISLAM: COSÌ VICINE, COSÌ LONTANE

a cura di Luciana Di Mauro e Giovanna Pezzuoli

APERTURA

• Così vicine, così lontane di Luciana Di Mauro e Giovanna Pezzuoli … pag. 06

PATRIARCATO

• In principio è la libertà di Claudia Mancina … pag. 08

MOVIMENTI

• L’altra sponda del femminismo. Intervista a Renata Pepicelli di Luciana Di Mauro … pag. 11

SCRITTURE

• Le donne di Muhammad di Luciana Di Mauro … pag. 13

CONTESTI

• È il nostro sguardo che le rende subordinate di Bianca Maria Scarcia Amoretti … pag. 15

• Le saudite, segregate e ribelli di Silvia Neonato … pag. 17

• Occidentofobia di Monica Luongo … pag. 19

• La zona grigia della doppia identità di Nadia Tarantini … pag. 20

• Velo & taglia42 a cura di Marina Vitale … pag. 21

• Solo i maschi vanno in Paradiso di Silvia Ricci Lempen … pag. 22

ADONIS

• Questo Islam così violento di Luciana Di Mauro … pag.            23

SCRITTURE

• Una grande tradizione che si rinnova di Monica Ruocco … pag. 24

• Reciproca fascinazione a cura di Maria Vitale … pag. 26

• Il francese per pensare, l’arabo per amare a cura di Marina Vitale … pag. 27

• Antidoto alla paura di Maria Vittoria Vittori … pag. 28

• “So cucinare solo nella lingua che non è mia” di Marta Cariello … pag. 30

• Come Pantaloni rossi prese a calci Matisse a cura di Marina Vitale … pag. 32

CINEMA

• Sul set la Primavera araba è donna di Giovanna Pezzuoli … pag. 34

ARTE

• Le Jaouari e le altre di Rita El Kayat … pag. 36

 

PRATICHE

LIBRERIE

• Il piacere dei libri, e non solo a cura di Sara Pollice … pag. 38

TEATRO

• Sulla scena e tra le quinte/Il teatro è un luogo silenzioso. Intervista a Ortensia De Francesco di Costanza Boccardi … pag. 40

 

SPECIALE/CURDE

• “Jin JIyan Azadî” – Dove le donne vivono libere a cura di Laura Corradi … pag. 43

• Una Costituzione tutta per loro. Intervista a Alessandra Algostino di Laura Corradi … pag. 44

• Carta del contratto sociale del Rojava … pag. 46

• Il femminismo anticapitalista delle curde di Alessia Drò e Viola Lo Moro … pag. 49

• La rivoluzione delle donne è possibile … pag. 52

INTERVISTE

Idee, pratiche e progetti a cura di Radio Onda Rossa … pag. 54

 

INCONTRI

ANGELA MARSONS

• Una detective post-femminista di Anna Maria Crispino … pag. 58

MARIA ROSA CUTRUFELLI

• Pescatrice di vite perdute di Maria Vittoria Vittori … pag. 60

 

PRIMOPIANO

SIMONA WELLER

• Acrobazia sentimentale di Giovanna Mozzillo … pag. 62

STORIA

• Le donne e la Grande Guerra di Ivana Rinaldi … pag. 63

JEANETTE WINTERSON

• Con la macchina del tempo di Valeria Gennero … pag. 66

EPISTOLARI

Senza te sono pianta in deserto di Luisa Ricaldone … pag. 68

ROBERTA MAZZANTI

• Soggettività quotidiane e storiche di Luisa Passerini … pag. 70

• A confronto con la bellezza di Manuela Fraire … pag. 71

SHOAH

• La memoria parlante di Paola Meneganti … pag. 73

 

UNDER-15/YOUNG ADULTS

• Quando gli adolescenti implodono di Maria Vittoria Vittori … pag. 76

• Mini a cura di Sara Bennet … pag. 77

 

LETTURE

ESTIA

• Cibo e relazioni di Emma Rolla … pag. 78

BARBARA SESSINI

• Troppi detective per un delitto di Sara Bennet … pag. 79

ELIZABETH GEORGE

• Lynley va in Italia di S. Be … pag. 79

RENÉE AHDIEH

• Sharzad vuole vendetta di Luciana Di Mauro … pag. 80

ANNA D’ELIA

• La scimmia e la ballerina di Maria Vittoria Vittori … pag. 80

IGIABA SCEGO

• Raccontarsi all’elefante di Maria Vittoria Vittori … pag. 81

CINZIA BIGLIOSI

• L’attimo dolente di A.M.C. … pag. 81

MIKAELA BLEY

• Anche le donne uccidono di Sara Bennet … pag. 82

ANTONIETTA PASTORE

• Tra Hiroshima e Fukushima di Luisa Ricaldone … pag. 82

 

RUBRICHE

• Leggendaria Madrine 2016 … pag. 75

• IN/VERSI a cura di Maria Clelia Cardona

• Sul nesso vita-poesia … pag. 78

• TOP/FIVE a cura di Nadia Tarantini … pag. 83

• NEWS a cura di Giulia Crispino … pag. 86

• Campagna Abbonamenti 2016 … pag. 88

• Librerie preferite … pag. 90

 

ABSTRACTS

vai su/go to>>> www.leggendaria.it

← Leggi l’editoriale

By

LEGGENDARIA N. 115/2016; EDITORIALE

MAMME MIE!

← La Copertina | Leggi il Sommario →

Nell’appassionato e appassionante dibattito sul nuovo scenario della riproduzione e sulle forme della genitorialità, suscitato – non proprio innocentemente – dall’arrivo in aula della proposta di legge che dovrebbe finalmente riconoscere e regolamentare le cosiddette Unioni Civili, dedichiamo il nostro Tema d’apertura – curato da Anna Maria Crispino e Giorgia Serughetti – proprio alla Madre, o meglio alla scomposizione della sua figura, nel concreto delle pratiche e nell’universo del simbolico. Di madri, Mamme mie!, non c’è n’è più solo una: la donna che tradizionalmente poteva e voleva concepire un figlio/a, portare avanti la gravidanza, partorirlo e allevarlo è e resta tuttora la figura prevalente. Ma ci sono donne che scelgono di donare (o conservare) i propri ovuli, altre che si sottopongono alle diverse tecniche di procreazione assistita – omologhe ed eterologhe – madri surrogate, o per altri/e. E sono queste ultime a fare scandalo: proviamo a discuterne con pacatezza, mettendo al centro interrogativi e dubbi, tentando una sguardo un po’ più lungo di quello contingente e rapido che i new media, specie i social network, a volte ci propongono. Perché certamente il processo che tende sempre più a separare la sessualità dalla riproduzione è, appunto, un processo, lo scenario è da tempo in mutamento, appare fluido, soggetto a ulteriori cambiamenti, e dunque qualsiasi presa di posizione sulla sua regolamentazione dovrà fare i conti con ciò che è già mutato ma anche con ciò che ci aspetta. Mantenere aperto il dibattito nel rispetto non solo delle molte diverse opinioni – ma anche, e soprattutto, delle diverse attrici in scena, comprese le “convitate di pietra”, vale a dire le madri per altri/e, è a nostro avviso una presa di posizione politica necessaria. Non scegliere la scorciatoia, peraltro inefficace, del proibizionismo “senza se e senza ma”: l’ascolto delle ragioni altrui – ma anche delle nostre, in cui non possiamo escludere una maggiore o minore ambivalenza – è esercizio di pazienza che richiede consapevolezza e lucidità proprio su un terreno in cui desideri e sentimenti sono potenti, a volte laceranti. Ma la posta in gioco è assai alta: ne va, per dirla nel modo più semplice, della maggiore conquista di libertà femminile: l’autodeterminazione, la nostra capacità di agire da soggetti all’altezza della complessità del presente. Interventi di Giorgia Serughetti, Cecilia d’Elia, Eleonora Cirant, Grazia Zuffa, Silvia Neonato e Caterina Botti. E gli uomini? Il Tema del nostro numero 113 “Ciao, maschi” ha fatto molto discutere, vi proponiamo quindi alcuni degli interventi che ne sono scaturiti nello Speciale curato da Barbara Bonomo Romagnoli che abbiamo intitolato “Maschi, ancora”: ancora, perché anche di quella che pochi e poche hanno ancora voglia di chiamare “la questione maschile” si dovrà continuare a parlare, sia per la definizione stessa del termine maschilità – come auto percezione rispetto all’eteronormatività patriarcale ma anche come agente sociale, politico e relazionale in un quadro di “disfacimento” del genere – sia in relazione alla paternità o alle nuove dimensioni della genitorialità in atto e che anche la stessa legge sulle Unioni Civili potrebbe sancire. Ci molte molte altre cose in questo numero, che segna l’inizio del nostro 20esimo compleanno, e alcune novità: abbiamo arricchito la sezione Pratiche con l’idea di fornire con ogni fascicolo i tasselli di una cartografia in progress del ricco universo di imprese e iniziative delle donne che abbiano un reale “carattere trasformativo”, come ci suggerisce Sara Pollice. Poi inauguriamo una nuova rubrica, In/Versi, dedicata alla poesia e curata per noi da Maria Clelia Cardona. Ma il miglior modo per festeggiare il ventennale di questa nostra Leggendaria sono i vostri abbonamenti: andate alle pagine 78-79 e regalateci qualche minuto per leggere le ragioni che ci spingono a proseguire in questa impresa che vive contro ogni pronostico, e quelle per cui le vostre sottoscrizioni ci sono indispensabili. A chi ha già rinnovato l’abbonamento non possiamo che dire grazie. Buona lettura!

← La Copertina | Leggi il Sommario →

By

LEGGENDARIA N.115/2016; SOMMARIO

← Leggi l’editoriale

TEMA / MAMME MIE!

a cura di Anna Maria Crispino e Giorgia Serughetti

LA QUESTIONE

• di A.M.C. … pag. 6

LO SCENARIO

Mamme mie! di Giorgia Serughetti … pag. 7

USRROGACY

Gestazione per altri, le figure in gioco di Cecilia D’Elia … pag. 10

Nessun veto in nome della libertà di Eleonora Cirant … pag. 13

Agar, madre per altri di M.P. … pag. 14

Guardare con i nostri occhi di Grazia Zuffa … pag. 15

Ma perché non adottano? di Silvia Neonato … pag. 18

Riproduzione, soggettività e relazioni di Caterina Botti … pag. 20

 

A/MARGINE

WOMEN’S STUDIES

Studi di genere in Spagna di Loredana Magazzeni … pag. 29

A Siviglia una rete di studi e ricerche; intervista a Mercedes Arriaga di Loredana Magazzeni … pag. 31

TV

È la dura legge della fiction, bellezze! di Nadia Tarantini … pag. 33

MOSTRE

Il fascino della vita di notte di Patrizia Larese … pag. 34

 

PRATICHE

MOSTRE

Riscattate dall’oblio di S. Be. … pag. 35

STORIA

La violenza sulle donne ha una lunga Storia di Eisabetta Serafini … pag. 36

VIOLENZA

Contro la tratta: una buona pratica Intervista a cura di Sara Pollice … pag. 38

 

SPECIALE

Sui maschi, ancora a cura di Barbara Bonomo Romagnoli … pag. 41

Una rivoluzione insufficiente di Tommaso Giartosio … pag. 42

Come ripensare “il maschile” di Lorenzo Gasparrini … pag. 45

Belli e impossibili di S. Be. … pag. 46

Rompiamo le righe: i generi e la politica di Lucha y Siesta … pag. 47

Tutti maschi in famiglia di Sara Bennet … pag. 47

Lavori in corso di A.M.C. … pag. 49

 

PRIMOPIANO

MARIA GIMBUTAS

L’Antica Europa della Dea di Mariagrazia Pelaia … pag. 51

PIA PERA

Andarsene, con dolcezza di Francesca Caminoli … pag. 55

Pensare all’aria aperta di S.Be. … pag. 57

ELSA MORANTE

Quella luce che emana dalla scrittura di Elvira Federici … pag. 58

VIRGINIA DELLA TORRE/CAROLINA GERMINI

Le debuttanti di Daniela Matrònola … pag. 60

ELIZABETH JANE HOWARD

Una grande famiglia sull’orlo della crisi di Anna Maria Crispino … pag. 62

MIGRAZIONI

Se la voglia, o la necessità, è quella di andarsene di Jolanda Leccese … pag. 63

MICHELA MURGIA

Andare al cuore delle relazioni di Maria Vittoria Vittori … pag. 64

GIULIANO CAPECELATRO

Uno sguardo micidiale di Anna Maria Crispino … pag. 66

 

UNDER-15

L’amore salva tutto di Anna Mainardi … pag. 67

 

LETTURE

MARILENA MENICUCCI

Tra arcaico e moderno di Matilde Passa … pag. 68

EDNA O’BRIEN

La voce vespertina delle madri di Maria Vittoria Vittori … pag. 69

MIA LECOMTE

Variabili in amore di Francesca Caminoli … pag. 70

DONNA FOLEY MABRY

Storia di Maude di A.M.C. … pag. 70

BEATRICE MONROY

Didone rivisitata di Anna Maria Crispino … pag. 71

ORNELLA VORPSI

Chi è la madre? di A.M.C. … pag. 71

 

RUBRICHE

In/Versi a cura di Maria Clelia Cardona Sulla poesia “femminile” … pag. 68

Top Five a cura di Silvia Neonato … pag. 72

Le nostre Leggendarie Madrine … pag. 73

News a cura di Giulia Crispino … pag. 74

Campagna abbonamenti 2016 … pag. 76

Elenco Librerie … pag. 78

 

ABSTRACTS

vai su/go to>>> www.leggendaria.it

← Leggi l’editoriale

By

LEGGENDARIA N. 114/2015; EDITORIALE

MIGRAZIONI

← La Copertina | Leggi il Sommario →

Nel clima delle feste di Fine Anno, la copertina di questa Leggendaria potrà forse apparire come un pugno nello stomaco: l’annegamento di tanti migranti nel Mediterraneo – nelle acque dell’Egeo tra Turchia e Grecia o sulle rotte che partono dal Nord Africa – ha assunto ormai una dimensione così drammatica da poter fare legittimamente un paragone con la tragedia dei desaparecidos. Parliamo anche di questo nel nostro “Tema”, curato da Bia Sarasini, e di quelle decine di migliaia di uomini donne e bambini che sono accampati al freddo o chiusi in centri di detenzione lungo i confini balcanici della traballante Fortezza Europa. Ma allo stesso tempo vi raccontiamo di alcune delle molte iniziative di accoglienza organizzate dal basso nelle città italiane – e non solo. Dei migranti non possiamo non parlare, perché si tratta di una questione epocale che ci riguarda tutte/i: un fenomeno che destabilizza le nostre certezze, i modi di vita cui siamo abituate/i, e ci chiede un di più di analisi e interpretazione, di immaginazione sul nostro futuro e di politiche all’altezza della fase complessa che stiamo vivendo. Tenendo il più possibile insieme il grande scenario geo-politico di cui gli attentati del 13 novembre a Parigi ci hanno costretto a prendere definitivamente atto e il nesso diretto e inscindibile tra guerre e migrazioni. Ma anche pensando a come sia necessario assumersi e attraversare le nostre paure senza consegnarci – col cuore e con la mente – ai demagoghi delle destre che affollano l’Europa. Il “Tema” che vi proponiamo è fatto dunque di molti tasselli, ognuno dei quali andrà ulteriormente approfondito: perché, ad esempio, l’irruzione della guerra scatenata dal Califfato in Africa e sullo scacchiere medio-orientale ci chiede anche di ripensare al tema della violenza armata, della guerra. La profuga, la terrorista, la guerrigliera sono solo alcune delle molteplici “figure” con cui misurarsi.

Parliamo degli esiti del recente Sinodo sulla famiglia che ha, tra l’altro, confermato la chiusura della Chiesa cattolica sull’omosessualità e rilanciato l’anatema sulla cosiddetta “ideologia del gender” – ma se andate alle pagine di Under-15 troverete invece delle belle notizie sull’impegno di alcune case editrici per bambini/e ragazzi/e che delle tematiche che riguardo l’educazione ai sentimenti, alle differenze, alla sessualità e contro gli stereotipi hanno fatto il perno delle loro pubblicazioni. Un’altra buonissima notizia potrete leggerla nelle pagine di TerreMutate: le aquilane hanno finalmente ottenuto e inaugurato con una grande festa la loro Casa delle Donne! È il risultato di una lunga, intelligente, efficace battaglia cui Leggendaria ha fornito tutto il suo appoggio e ne siamo dunque felicissime.

Donne straordinarie abitano le nostre pagine: da Judith Butler a Vandana Shiva, da Clarice Lispector a Anna Felder, da Dacia Maraini a Romana Petri e Saveria Chemotti, Bianca Pitzorno, Francesca d’Aloja. E non perdetevi le molte artiste che animano una stagione particolarmente frizzante per l’arte firmata donna.

Ma vi chiediamo di leggere con particolare attenzione le pagine dedicate alla Campagna Abbonamenti 2016: stiamo per compiere 20 anni di Leggendaria, creatura impavida che ha già fatto un lungo cammino, contro ogni pronostico. Per andare avanti ha bisogno del vostro sostegno: voi lettrici e lettori siete il nostro unico “capitale”.

Buona lettura dunque e buone Feste!

← La Copertina | Leggi il Sommario →

By

LEGGENDARIA N.114/2015; SOMMARIO

← Leggi l’editoriale

TEMA / MIGRAZIONI:

a cura di Bia Sarasini

LA QUESTIONE

di B.S. … pag. 6

MIGRAZIONI

  • Chi emigra bussa alle porte di un’Europa in bilico di Bia Sarasini … pag. 6
  • Europa, dai Balcani una dura lezione di Raffaella Bolini … pag. 10
  • Italia, paese di desaparecidos di Nathalie Galesne e Federica Araco … pag. 12
  • Mari e deserti da attraversare di A. M. C. … pag. 14
  • Le madri del Mediterraneo di Giovanna Pezzuoli … pag. 15

ACCOGLIENZA

  • Ascoltare le storie di chi chiede asilo di Giovanna Pezzuoli … pag. 17
  • Se al Sud i rifugiati diventano una risorsa di Luigi Pandolfi … pag. 18
  • A Modena, 24 ragazzi, tre racconti, un’unica storia di G. P. … pag. 19
  • Carità pelosa di Antonella Viale … pag. 19
  • Diario da un’insolita Pordenone di Michele Negro … pag. 20

SCENARI

  • La difficile transizione di Tim Rollins … pag. 24
  • Babelmed, tra le due rive di Cristiana Scoppa … pag. 27

MEMORIA

  • Il miraggio degli albanesi di Silvia Neonato … pag. 28

SCRITTURE

  • Lampedusa nel cuore di Sara Bennet … pag. 30

GUERRIERE

  • Le Amazzoni, antenate delle odierne curde combattenti di Luisella Veroli … pag. 31
  • Ragazze in armi di Monica Luongo … pag. 32

TERREMUTATE:

LA CASA

  • Prima non c’era, adesso c’è di Maria Rosaria La Morgia … pag. 36
  • È qui la festa? Tante presenze, progetti e proposte per la Casa … pag. 37

PRATICHE:

  • Esperienze di relazione di Cinzia Romano … pag. 38

A/MARGINE:

MOSTRE

  • Una stagione frizzante per l’arte firmata donna di Anna D’Elia … pag. 39

SINODO

  • Ma di che famiglia stiamo parlando? di Bia Sarasini … pag. 42

CINEMA

  • La prima donna italiana nello spazio di Patrizia Larese … pag. 44

RITRATTI:

LINA BO

  • Un’architetta nella Storia di Claudia Mattogno … pag. 45

PRIMOPIANO:

JUDITH BUTLER

  • L’insostenibile pesantezza del “naturale” di Serena Guarracino … pag. 48

VANDANA SHIVA

  • La maga dei semi di Laura Levi … pag. 51

POESIA

  • Quel legame imprescindibile di Marina Vitale … pag. 53

BIANCA PITZORNO

  • La famiglia, come eravamo di Alessandra Riccio … pag. 55

FRANCESCA D’ALOJA

  • Sedersi accanto di Daniela Matrònola … pag. 56

ISLAM

  • Il potere delle donne arabe di Franca Balsamo … pag. 58

ROMANA PETRI

  • Tutto su mio padre di Maria Vittoria Vittori … pag. 60

CLARICE LISPECTOR

  • La scrittura vivente di Clarice di Elvira Federici … pag. 62

ANNA FELDER

  • L’incerta nostalgia di Silvia Ricci Lempen … pag. 63

SAVERIA CHEMOTTI

  • Realizzarsi oltre il materno di Paola Azzolini … pag. 64

DACIA MARAINI

  • Un maestro e i suoi bambini di Maria Serena Palieri … pag. 65

UNDER15/STRENNE:

STEREOTIPI

  • A tutto gender di Sara Bennet … pag. 66

STORIE

  • Mettere nuove radici, altrove di A.M.C. … pag. 68
  • Finale a sorpresa di S. Be. … pag. 68

LETTURE:

LAURA PARIANI

  • In viaggio con Dino Campana di Maria Vittoria Vittori … pag. 69

GILLY MACMILLAN

  • L’eroe è stanco di Anna Maria Crispino … pag. 69

CATHARINA INGELMAN-SUNBERG

  • Arzilli fuorilegge di Anna Mainardi … pag. 69

MARÍA ZAMBRANO

  • Filosofia in pista di Maria Vittoria Vittori … pag. 70

CRISTINA DOTTO VIGLINO

  • Omaggio alla madre di Anna Mainardi … pag. 70

CELESTE NG

  • La figlia prediletta di Maria Vittoria Vittori … pag. 71

CAMILLA DE CONCINI

  • A spasso con la felce di Anna Mainardi … pag. 71

ROSSELLA MILONE

  • La nonna che ballava il charleston di Francesca Caminoli … pag. 72

CHIARA SANTOIANNI

  • Una tela tutta per sé di Maria Vittoria Vittori … pag. 72

RUBRICHE:

  • Top Five a cura di Luciana Di Mauro … pag. 73
  • News a cura di Giulia Crispino … pag. 74
  • Campagna abbonamenti 2016 … pag. 76
  • Elenco Librerie … pag. 78

ABSTRACTS:

vai su/go to>>> www.leggendaria.it

← Leggi l’editoriale

By

LEGGENDARIA N. 113/2015; EDITORIALE

CIAO, MASCHI

← La Copertina  Leggi il Sommario →

Uomini che parlano di sé, delle relazioni tra di loro, dei rapporti con le donne e con il femminile. E con il maschile – maschilità, mascolinità, virilità che dir si voglia. Uomini che partono da sé, dalla loro sessualità, dal  loro immaginario, dalle loro paure, dai loro desideri. Questo nostro “Tema” – Ciao, maschi – curato da Stefano Ciccone e Enzo Palmisciano – è un invito al dialogo, al confronto, persino al conflitto – se necessario. E lascia parlare soprattutto loro, per una volta. Per uscire, se possibile, da una situazione di impasse, dall’apparente chiusura in mondi separati – volutamente, inconsciamente, consapevolmente separatisti? – che sembrano non registrare, nel bene e nel male, i cambiamenti che pure sono avvenuti, che stanno avvenendo. E mettono in scacco la necessità di incrociare gli sguardi sul/nel mondo comune che tutte e tutti abitiamo. Come mettere in gioco pratiche discorsive che agiscano sul piano concreto e simbolico, identitario e immaginario? Politico, in fin dei conti, per come la politica, in questa fase di crisi e smarrimento, spesso segnata da passioni tristi – quando non dall’assenza di passioni – ha assunto senso e ragione nell’agire e nel pensiero di diverse generazioni del femminismo, e in alcuni gruppi maschili. La violenza sulle donne, le forme agonizzanti del patriarcato, la figura del padre, le rappresentazioni mediatiche, le reciproche fantasie che uomini e donne proiettano sull’altro/altra. Un dialogo tra uomini che va alla radice delle questioni a partire dal corpo e dalla sua ineludibile materialità, costruita e fantasmizzata. E un “forum” di giovani donne che rifiutano di discuterne sul piano dell’astrazione, mettendo in campo esperienze e pratiche di condivisione e distinzione. Provocazioni, ci auguriamo, che potranno fare molto discutere.

Dedichiamo uno “Speciale” alla comunicazione, per la cura di Giovanna Pezzuoli, con il contributo delle giornaliste di Giulia, che promuovono in questi mesi non solo una battaglia contro gli stereotipi sessisti che continuano a impazzare nella stampa nostrana, ma anche una inziativa di valorizzazione delle “esperte”: un rilancio di autorevolezza femminile per infrangere il muro di gomma di redazioni che sembrano – spesso, anche se non sempre e non allo stesso modo – sorde e cieche a quanto è cambiato.

In “Primopiano” c’è una gran festa di autrici “classiche” e novità editoriali tutte da gustare: da Jane Austen a Charlotte Brontë e Emily Dickinson, da Iris Murdoch a Wislawa Szymborska e Paola Masino. E ancora, tra l’altro, Chiara Mezzalama, Tami Hoag, Gordana Kuiƈ. Il “Ritratto” di questo numero è dedicato a Emma Goldman. “Letture” e “Under-15” – e naturalmente la nostra TopFive – completano le proposte del fascicolo per le/gli affette da libridine, di tutte le età.

Buona lettura!

← La Copertina  |  Leggi il Sommario →

By

LEGGENDARIA N.113/2015; SOMMARIO

← Leggi l’editoriale

TEMA

Ciao, maschi a cura di Stefano Ciccone e Enzo Palmisciano

LA QUESTIONE

di A.M.C. – p.06

APERTURE

Una diversa libertà degli uomini di Stefano Ciccone e Alberto Leiss – p.07

Notizie da Barcellona di Krizia Nardini – p.09

L’ombra dell’altro di Sergio Manghi – p.10

Come si fa a diventare maschi? di Enzo Palmisciano – p.12

Narrazioni mediatiche sul cambiamento di Luisa Stagi – p.14

Ribaltare la direzione dello sguardo di Mario Simoncini – p.18

Interferenze di Barbara Mapelli – p.20

VIOLENZA

Al cuore delle relazioni di Alessio Miceli – p.22

Il privilegio dell’interlocuzione di Oria Gargano – p.24

Fallocrati di tutto il mondo… di Alberto Leiss – p.27

RELAZIONI

Di cosa parliamo quando parliamo di uomini. Forum con Matilde Ciolli, Celeste Costantino, Sveva Magaraggia, Chiara Martucci, Monica Pasquino, Sara Pollice, Silvia Vaccaro a cura di Barbara Bonomi Romagnoli – p.28

Ma tu non eri per il poliamore? di Gianluca Ricciato – p.33

Diversamente desideranti? Dialogo con Cirus Rinaldi e Federico Zappino a cura di Stefano Ciccone – p.34 

PRIMOPIANO:

WISLAWA SZYMBORSKA

Niente che si possa raccontare di Zuzanna Krasnopolska – p.40

EMILY DICKINSON

Esplorazioni di Daniela Matrònola – p.43

13 parole di Anna Maria Crispino  – p.44

MARGHERITA GUIDACCI

Incontro in poesia di Daniela Matrònola – p.45

CHARLOTTE BRONTË

Scrivere per poter scrivere di Marina Vitale – p.46

IRIS MURDOCH

Un vorticoso intreccio di relazioni amorose di Paola Bono – p.48

JANE AUSTEN

La scelta di Anne di Anna Maria Crispino – p.49

ROMA

Una gatta aristocratica e popolare di Daniela Matrònola – p.51

CHIARA MEZZALAMA

Un giardino per crescere di Nadia Tarantini – p.53

TAMI HOAG

Un serial killer troppo normale di Anna Maria Crispino – p.54

GORDANA KUIĆ

Sarajevo d’amore e di guerra di Silvia Neonato – p.56

PAOLA MASINO

Tra vestiti e romanzi, uno stile inimitabile di Maria Vittoria Vittori – p.57

PRATICHE:

SCUOLE ESTIVE

GenderArt: percorsi femministi attraverso l’arte di Elisa Coco – p.59

FEMMINISMO

Tutto il movimento in una app di S. Be. – p.62

RITRATTI

Emma Goldaman Emma la rossa di Laura Levi – p.64

SPECIALE/COMUNICAZIONE

a cura di Giovanna Pezzuoli

La rossa, le curve e la sgallettata di Giovanna Pezzuoli – p.67

La dura crosta degli stereotipi di Marina Cosi – p.70

Spazio alle esperte di Luisella Seveso – p.73

Cattive pratiche – p.74

Buone pratiche – p.75

LETTURE:

MARY SHELLEY

Lettere da spedire di Silvia Neonato – p.77

HEBE HUART

Da una casa all’altra di Alessandra Riccio – p.77

LAURA LIPPMAN

Un gioco di bambole che finisce male di Maria Vittoria Vittori – p.78

WILKIE COLLINS

Dramma vittoriano di S. Be. – p.78

GISELLA MODICA

Politica e desiderio di Maria Vittoria Vittori – p.79

TOVE ALSTERDAL

A Buenos Aires di Sara Bennet – p.79

UNNI LINDELL

Troppi uomini per Vivian di Sara Bennet – p.80

JANE SHEMLIT

In fuga dalla famiglia di A.M.C. – p.80

UNDER-15:

LETTURE

a cura di Sara Bennet

GIOVANNA ZOBOLI

Una bambina nel bosco di Anna Maria Crispino – p.82

OPERA

Cenerentola, eccola qui! di Sara Bennet – p.82

PATRIZIA RINALDI

A tu per tu con le bulle di Sara Bennet – p.82

Scatole di meraviglie – p.83

Il cibo racconta – p.83

L’iridescenza del colorore – p.83

RUBRICHE:

TopFive a cura di Nadia Tarantini – p.81

News & Buone notizie a cura di Giulia Crispino – p.86

ABSTRACTS:

vai su/go to>>> www.leggendaria.it

← Leggi l’editoriale

By

LEGGENDARIA N. 112/2015; EDITORIALE

← La Copertina  |  Leggi il Sommario →

Neapolitan: napoletano/napoletana ma anche “di”, “da”, “su” Napoli: di questo parliamo nel nostro corposo Tema, vale a dire di una città e di chi la racconta. Scritture diverse, modalità differenti, a volte ossimoriche. Perché Napoli è una città-mondo che non ce la fa a tenere sotto un’unica etichetta il molto, a volte il troppo che produce: realtà e finzione, mito e miserie, immagini, gesti, percorsi ma anche illusioni, abbagli, vicoli ciechi. Leggere il neapolitan può sembrare semplice ma non lo è: la città con le sue stratificazioni, i suoi interstizi, il sotto e il sopra, la luce e l’ombra, la razionalità e il mistero, è la rappresentazione quasi paradigmatica della complessità metropolitana e post-post-moderna. E dunque anche nel nostro Tema – curato da Anna Maria Crispino e Maria Vittoria Vittori – i molti fili si intrecciano, i personaggi/le personagge cambiano nomi e volti, i luoghi si moltiplicano.

Dedichiamo lo Speciale “Thrillerosa” confezionato da Nadia Tarantini a chi ama il giallo e il noir, perché non c’è stagione come l’estate per prendersi il tempo di leggere fino a tardi – e di godere dei brividi! Introduciamo poi da questo numero una nuova sezione, Ritratti, e l’esordio è affidato a Laura Levi che ci racconta una straordinaria artista romana, Leonetta Marcotulli. Mentre sotto l’occhiello Pratiche, trovate un Dossier sulla questione “Gender” che riprende le questioni discusse nel nostro numero di marzo (“Scuola, è guerra sul gender”, n. 109/2015) per aggiornare il quadro della situazione e rilanciare l’argomento in vista dell’iniziativa di Scosse “Educare alle differenze 2” (a Roma, 19 e 20 settembre) di cui siamo orgogliose media partner.

Infine, alla sezione Primopiano, vi segnaliamo il lungo, documentato articolo che Zuzanna Krasnopolska dedica a un personaggio molto noto a chi si occupa di pedagogia ma che in Polonia è una figura conosciuta da tutti fin dall’infanzia: il dottor Janusz Korczak. A. C. Quarello ne ha raccontato la storia per immagini in un bel libro di Orecchio acerbo. E nello stesso blocco di pagine, trovate un’intervista a Cristiana Girelli, attaccante della Nazionale di calcio femminile, che denuncia le perduranti discriminazioni di cui soffrono le donne che si dedicano allo sport.

Letture, TopFive, Under-15 e TerreMutate, completano il menu di questo fascicolo che vi farà compagnia in questi mesi estivi mentre noi lavoriamo al numero di (fine) settembre.

Buona lettura!

← La Copertina  |  Leggi il Sommario →

By

LEGGENDARIA N.112/2015; SOMMARIO

← Leggi l’editoriale

APERTURA Neapolitan a cura di Anna Maria Crispino e Maria Vittoria Vittori

Una scandalosa creatività (Titti Marrone, p.6); Neapolitan ( Anna Maria Crispino e Maria Vittoria Vittori, p.7); Capitale degli ossimori (Maria Vittoria Vittori, p.8); Vedi Napoli e poi scrivi (M.V.V., p.11); Tra Itaca e i bassi (M.V.V., p.13); I luoghi di Elena (S. Be., p.14) – Valeria Parrella: L’audacia di una sfida (Maria Serena Palieri, p.15) – Carmen Pellegrino: Nella vita, nella morte e nella memoria (Daniela Matronola , p.16) – Anna Correale: Il flusso vitale delle parole (Stefania Tarantino, p.17) – Patrizia Rinaldi: Nei labirinti del crimine, e delle menti (Anna Maria Crispino, p.18); Nel salotto di Patty (Bianca Fasano, p.19) – Newneapolitans: Suggestioni metro(na)politane (Donatella Trotta, p.20) – L’immaginario: Napoli, il teatro, la morte (Costanza Boccardo, p.23); Dal Mito all’acquarello, fino alla cartolina (Giuliano Capecelatro, p.25); La mia Partenope (Giovanna Mozzillo, p.27) – Maria Bakunin: Un talento visionario (Elisabetta Strickland, p.29) – Francesca Spada: Le vite delle altre (Edda Melon, p.31); Una strada per Francesca (Giuliana Cacciapuoti, p.34).

SPECIALE Thrillerosa: Non sono due signore (Nadia Tarantini , p.36); Molto pepe e poco thriller nel debutto di Katharina di N. T., p.38); Feroce intuito femminile (N. T., p.38); Svedesi in TV (S. Be., p.38); Thriller dell’anima in salsa spagnola (Nadia Tarantini, p.39).

PRATICHE Dossier Gender: Un altro genere di formazione, p.41); La morale della favola (Emma Rolla, p.42); Qual è la posta in gioco (Giorgia Serughetti, p.43); Serve un’apertura alla pluralità (Barbara Mapelli, p.44); Identità fragili e precarie (Stefano Ciccone, p.46); Sulla “Teoria del gender” intervista a Judith Butler, p.48); Educare ad affetti e differenze (Giovanna Covi e Lisa Marchi, p.49).

A/MARGINE Florence Henri: Cosmopolita e libera (Patrizia Larese, p.51) – Mostre: Chagall “Love and Life” (Patrizia Larese, p.53).

RITRATTI Leonetta Marcotulli: Sconclusionata assai (Laura Levi, p.54);

TERRE MUTATE Una Casa per il mondo (Maria Rosaria La Morgia, p.56); E ora apriamo i Cantieri! (N. T., p.57).

PRIMOPIANO Janusz Korczak: Il re e mago dei bambini (Zuzanna Krasnopolska, p.59) – Penelope Fitzgerald: Come le maree del Tamigi (Bianca Tarozzi, p.63) – Wanda Tommasi: Attualità della mistica (Alida Airaghi, p.66) – Sport: I professionisti e le dilettanti (Monica Pasquino e Maria Vittoria Rambaldi, p.67).

LETTURE Autobiografie: Il racconto di Leonard Woolf (Alida Airaghi, p.70) – Olga Grjasnowa: Presunta essenza russa (Maria Vittoria Vittori, p.70) – Jorge Diaz: Romanzo popolare con Re e bambina (Anna Mainardi, p.71) – B. Garlaschelli / F. R. Capone: Il corpo in bilico di Anna Maria Crispino, p.72) – Antonio Fusco: Le sfide di Casabona (Sara Bennet, p.72) – Marco Lombardi: Il film è servito (Emma Rolla, p.73) – Cristina Guarducci: Amabili mostri (Maria Vittoria Vittori, p.73) – Claudia Hernandez: Humor nerissimo (Alessandra Riccio, p.73) – Claire Messud: Unite ma sconosciute (A.M.C., p.74) – Anna De Simone: Stanze vissute (Alida Airaghi, p.75).

UNDER-15 Giovani nella resistenza in Norvegia (Anna Mainardi, p.76)

LETTURE a cura di Sara Bennet: Casa eco per gioco!, (p.77); Il genio Leonardo, (p.77); La balena per amica, (p.77);

RUBRICHE Top Five (Monica Luongo, p.75) – News (Giulia Crispino, p.78) – Campagna abbonamenti 2015 (p.80) – Le nostre Madrine (p.82)

← Leggi l’editoriale