Leggendaria n. 104 – PDF

 5,00

Categoria:

Descrizione

Ci sono davvero moltissime cose in questo fascicolo di Leggendaria. Segno – e frutto, ci pare – del molto che accade nelle pratiche del pensiero e del fare delle donne. Pratiche creative, pratiche di relazione, pratiche politiche. Che sembrano curiosamente sfuggire – quasi sottrarsi, fiorendo nonostante tutto, ma non a nostra insaputa – alle convulsioni incattivite della stagione politica e della situazione economico-sociale che vive questo nostro Paese.

Cominciamo col chiederci che cos’è il Bechdel Test, un piccolo dispositivo di valutazione, piuttosto rudimentale per la verità, nato dall’ironia di una striscia, che dovrebbe servire a misurare – almeno sul piano quantitativo – se un film o una serie Tv rappresentino in modo paritario, realistico, uomini e donne. Prevedibilmente, e giustamente, è un giochino che non piacerà alle teoriche della differenza, ma certo dà risultati a volte sorprendenti.

Nell’ampia sezione di A/margine, parliamo del film di Margarethe von Trotta su Hannah Arendt (Giovanna Pezzuoli), degli ultimi spettacoli teatrali di Lucia Poli (Daniela Daniele) e di Emma Dante (Titti Danese), dell’Aida reintepratata da Roberta Torre (Serena Guarracino), della rassegna di “Ritratti di poesia” (Anna Toscano), mentre nelle Pratiche Giuliana Misserville riferisce di un importante progetto di editoria elettronica.

Due intesi Reportage ci portano in Ecuador (Alessandra Riccio) – paese latinoamericano in cui la presidenza Correa ha avviato un processo di profondo cambiamento in direzione opposta al dilagante neoliberismo – e in Palestina (Nadia Setti) dove, a fronte di una situazione apparentemente senza sbocchi, esperienze di resistenza pacifica cercano nuove strade per vivere e sopravvivere in una terra occupata. Nelle pagine di TerreMutate, le foto e il testo di Nicoletta Bardi ci restituiscono lo scenario fisico e simbolico, esterno e interiore, de L’Aquila a 5 anni dal terremoto.

Assai ricche anche le pagine che dedichiamo alle scritture in Primopiano: segnaliamo in particolare due recensioni (di Marilena Menicucci e Giancarla Codrignani) che si riallacciano idealmente alle questioni poste dal Tema del nostro numero precedente (103/2014) “Caro Francesco parla con noi”, discutendo dal punto di vista della teologia femminile il concetto di “impurità” del corpo riconducibile al testo biblico, e analizzando figure di donne nelle Scritture a fronte della tradizione patriarcale. Sulla persistenza degli stereotipi anche nella critica letteraria ragiona Marina Vitale utilizzando come esempio il ruolo assegnato a Hilda Doolittle nel suo rapporto con Ezra Pound, mentre Laura Fortini e Maria Clelia Cardona mettono al centro dei loro scritti l’attività e la produzione di Biancamaria Frabotta come poeta e come critica. Tante le recensioni in Letture, e questa volta, nelle pagine di Under15, parliamo di sesso!

Avete rinnovato l’abbonamento a Leggendaria? Lo avete regalato a qualcuna/o che vi sta a cuore? Non vorrete mica restare senza! Ora, poi, c’è anche la versione elettronica… Tutte le informazioni a pagina 70 o sul nostro sito www.leggendaria.it

Buona lettura!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Leggendaria n. 104 – PDF”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.