Leggendaria n. 108 – CARTA

 10,00

PER MARIELLA

NOVEMBRE 2014, 76 PAGINE, 10 EURO

Spedizione Gratuita

Categoria:

Descrizione

A Mariella Gramaglia, la nostra carissima leggendaria amica che ci ha lasciato in un giorno di ottobre, dedichiamo l’ampia apertura di questo fascicolo. Non è un omaggio rituale: ciascuna di noi ha scavato dentro di sé per superare il dolore della perdita e far venire fuori – e mettere in parola – la qualità e le ragioni della relazione amicale con lei, e la riconoscenza per aver avuto il privilegio di conoscerla, volerle bene e condividere con lei appassionate imprese politiche, di pensiero e di scrittura. Troverete i testi di quelle di noi che hanno voluto/potuto scrivere, di amiche di antica data e più recenti, di coloro che spontaneamente ci hanno mandato scritti su alcune delle molte esperienze e pratiche cui Mariella ha dato un rilevante contributo. Pubblichiamo inoltre un suo saggio del 1976 ormai introvabile, tuttora imprescindibile per l’analisi del rapporto tra femminismo e sinistra, e un testo narrativo sulla sua prima giovinezza a Ivrea, composto in collaborazione con la sorella Paola. Un modo per dirle addio e ricambiare il sorriso che le illuminava il volto anche nei momenti più difficili. Grazie, Mariella.

Questo numero di Leggendaria esce con una settimana di ritardo sul previsto perché la tipografia in cui stampiamo ha traslocato. Ce ne scusiamo con lettrici e lettori, sperando che le Feste non ritarderanno ulteriormente l’arrivo in libreria. È il nostro ultimo numero per il 2014 e per fare a tutti i nostri abbonati un regalo molto speciale, al fascicolo troverete allegato il secondo volumetto della collana “I Leggendari”: Isolanotte di Edda Billi (e chi non è abbonata/o può acquistare il volume dal sito www.iacobellieditore.it o in libreria da gennaio 2015). È stata proprio Edda a insistere affinché il suo libro arrivasse nelle mani delle abbonate di Leggendaria, una comunità di lettrici (e lettori) appassionate che potranno apprezzare le sue poesie come frutto di una ricerca di senso all’incrocio tra personale e politico, dove politico sta esplicitamente per femminismo e, nel caso di Edda, lesbismo.

Un piccolo Speciale sul recente Sinodo dei vescovi dedicato alla famiglia analizza gli esiti dell’incontro straordinario voluto da Papa Francesco, mettendo in luce la novità dello stile e del metodo della discussione ma anche le gravi insufficienze di un evento dove le donne non c’erano. E ancora, in Primopiamo vi segnaliamo, tra l’altro, una doppia recensione sull’ultimo volume della quadrilogia di Elena Ferrante (Anna Maria Crispino e Maria Serena Palieri), un intrigante breve saggio di Laura Corradi su Judith Butler, un bel profilo di Laura Levi su Esther Singer e l’analisi dell’opera della scrittrice aborigena australiana Ali Cobby Eckermann (Anna Maria Robustelli). Per le Strenne, pescate a piene mani nelle Letture e negli Under-15. Infine, da non perdere, l’articolo delle architette Claudia Mattogno e Maria Cristina Marchetti che, a partire dalla battaglia che stanno conducendo le aquilane TerreMutate per ottenere una Casa delle donne, ripercorrono la storia degli edifici più significativi che, in Italia e all’estero, sono stati costruiti o utilizzati come luoghi di pratiche di/per donne.

Ultimo numero dell’anno dicevamo, e dunque è tempo di rinnovare l’abbonamento alla vostra Leggendaria: andate alle pagine 32-33 e scegliete la vostra formula preferita: diventate una madrina (se potete) oppure sottoscrivete un abbonamento ordinario, sostenitore/trice, under-35 o in formato elettronico (pdf): l’importane è assicurarci che Leggendaria non può mancarvi nel 2015.

Buona lettura e Buone Feste!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Leggendaria n. 108 – CARTA”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.