Leggendaria n. 109 – PDF

 5,00

FEMMINISMI

109, GENNAIO 2015, 68 PAGINE, 10 EURO

Lettera da Parigi Omaggio a Grazia Livi Reportage Nicaragua

Elena Ferrante Cristina Campo Maria Zambrano

Categoria:

Descrizione

Echeggia di richiami interni, di parole, domande, idee che si rincorrono tra di loro questo numero di Leggendaria: non l’abbiamo fatto di proposito, ma attualità politica e riflessioni che sono nell’aria hanno evidentemente fatto corto circuito, così che la “Lettera da Parigi” di Nadia Setti sulla manifestazione dell’11 gennaio a Parigi, che abbiamo messo in Apertura, si riallaccia ai temi sollevati da Monica Luongo nel suo articolo all’interno del Tema dedicato ai “Femminismi”, dove peraltro ciò che scrive Giovanna Pezzuoli dialoga con i pezzi di Silvia Neonato e Barbara Bonomi Romagnoli; e la questione del rapporto tra generazioni è messo a tema nell’intervista a Clotilde Barbarulli e Liana Borghi, che ci riporta alla recensione di Anna Maria Crispino all’ultimo libro di Ida Dominijanni. Le domande su dove ciascuna/o si colloca, che cosa del mondo ci riguarda, tornano in grande evidenza nell’intervista all’artista kuwaitiana Shurooq Amin (Cristina Pagliarusco e Lisa Marchi) e, per altri versi, nel reportage di Francesca Caminoli sul Nicaragua così come nell’analisi di Alessandra Riccio su alcune esperienze di trasmissione dei saperi nativi in America Latina. Insomma, anche solo sfogliando questa Leggendaria, vi accorgerete che ha un andamento labirintico, che riflette probabilmente ciò che sta accadendo e la necessità di non semplificare, non ridurre la complessità di cui siamo portatrici e in cui siamo immerse.

L’altra robusta direttrice di questo fascicolo è la letteratura, nostra grande inesausta passione: proseguiamo la lettura critica dell’opera di Elena Ferrante (Marina Vitale) e suggeriamo molti altri bei romanzi e raccolte di versi nello spazio Letture. Ma di libri parlano anche l’artista Rebecca Forster nel suo memoir – e Lia Giachero che ci racconta le sue opere. E ancora, in Primopiano le poete italiane tra Sette e Ottocento, che Tatiana Crivelli sottrae all’oblio con un gesto di pensiero e scrittura che mette fortemente in discussione il canone (Novella Bellucci). Connessioni di pensiero si evidenziano tra l’antologia di varie riscritture della figura di Penelope curata da Brigidina Gentile (Nadia Tarantini), e la rilettura di Antigone nel saggio di Cecilia Sjoholm letto per noi da Caterina Vezzoli. E ancora, si ragiona sulla qualità delle relazioni tra uomini e donne nell’ultimo libro di Barbara Mapelli (Marina Piazza) e sulla necessità di una nuova modalità di convivenza in Sovrane di Annarosa Buttarelli (Monica Farnetti): due testi che parlano anche di quella “trasformazione” che fa da filo rosso nel percorso di Giuliana Savelli dentro le opere di Maria Zambrano (Francesca Lisi).

Ringraziamo tutte/i coloro che hanno rinnovato l’abbonamento a Leggendaria, in particolare quelle lettrici e quei lettori che hanno scelto la formula “Madrine”. Chi non l’avesse ancora fatto, a pagina 64 troverà le nostre ragioni per chiedervi ancora una volta di sostenere questa nostra piccola grande impresa di cultura e di senso. Non è un lusso, è una necessità.

Intanto, buone letture!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Leggendaria n. 109 – PDF”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.