Leggendaria n. 125/2017

 5,00 10,00

DEPRESSE NON SI NASCE

Bimestrale, Anno XXI, Settembre 2017 – 76 PAGINE

ISBN 9788862524018

 

«SPECIALE/PICCOLI GRANDI LETTORI&LETTRICI»

 

 ∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼

In Copertina: foto di Engyn Akyurt, Umbrella. La controcopertina dello Speciale (p. 45) è la foto di una istallazione di Nadia Magnabosco

∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼

ATTENZIONE

Per gli acquisti dei singoli fascicoli dal nostro sito; se si effettua il pagamento con il sistema Paypal, si riceverà una mail con l’indicazione del link e le istruzioni per scaricare il Pdf senza ulteriori interventi da parte nostra; il pagamento con bonifico bancario, invece non ha un accesso automatico e diretto. Consigliamo quindi di comunicarcelo subito in modo che possiamo predisporre l’invio senza aspettare la comunicazione della banca.

Svuota
COD: N/A Categoria:

Descrizione

“Depresse non si nasce…” (sottinteso: “lo si diventa”): parafrasando la frase forse più celebre di Simone de Beauvoir abbiamo messo a fuoco una condizione – cattivo umore, melanconia, tristezza, sconforto, senso di inadeguatezza, disperazione fino al desiderio di morte – che coinvolge moltissime donne. Se era l’isteria la malattia femminile per eccellenza fra Otto e prima metà del Novecento, ora la depressione sembra regina indiscussa nella classifica delle affezioni. Le statistiche ci dicono che, almeno nei numeri, le forme depressive diagnosticate riguardano molto più le donne che gli uomini. Ma al di là delle patologie accertate, “sentirsi depresse” è uno stato d’animo assai diffuso. Quali i sintomi, le cause, i percorsi di autoconsapevolezza, i possibili rimedi? Il “Tema” curato da Silvia Neonato interpella psicoanaliste e altre esperte, oltre ad affrontare i modi in cui la depressione viene rappresentata in letteratura e nel cinema.

Dedichiamo uno “Speciale” ai bambini e alle bambine che leggono: quali libri preferiscono? Dove li trovano? E chi li sceglie? Lo abbiamo chiesto alle responsabili di alcune case editrici di qualità, scoprendo che le vie battute sono diverse ma che il settore è vitale e continua a muoversi tra tradizione e innovazione, stereotipi e nuove narrazioni. L’importante è diffondere il benefico contagio della lettura, perché ogni bambino/bambina che legge possiamo sperare diventi un/a adulto/a più sensibile, riflessivo, consapevole di sé e delle proprie relazioni con il mondo.

In “Primopiano” parliamo di prostituzione e di mafia, dei libri di Rosi Braidotti e Rossella Simone, di Naomi Alderman, Annie Ernaux, Margherita Giacobino e Leila Slimani. E molti altri suggerimenti si trovano come di consueto nelle nostre “Letture” e nelle “Rubriche”.

L’autunno è alle porte, tempo di ardori e/o di quiete: fate voi. Noi comunque vi auguriamo buone letture!

Informazioni aggiuntive

FORMATO

CARTA, PDF