Leggendaria n. 133/2019

 5,00 10,00

DONNE DEL/NEL ’68

Bimestrale, Anno XXIII, Gennaio 2019 – 76 PAGINE

ISBN 9788862524674

 

 ∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼

In Copertina: Foto dalla mostra “’68. Un grande numero. Segni, immagini parole del ’68 a Milano” a cura della Fondazione ISEC, Base 2/22 ottobre 2018. Nello scatto, al centro di Boulevard Saint-Germain, una giovane donna provoca la polizia. Parigi, maggio 1968.

∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼∼

 

ATTENZIONE

Per gli acquisti dei singoli fascicoli dal nostro sito; se si effettua il pagamento con il sistema Paypal, si riceverà una mail con l’indicazione del link e le istruzioni per scaricare il Pdf senza ulteriori interventi da parte nostra; il pagamento con bonifico bancario, invece non ha un accesso automatico e diretto. Consigliamo quindi di comunicarcelo subito in modo che possiamo predisporre l’invio senza aspettare la comunicazione della banca.

 

Svuota
COD: N/A Categoria:

Descrizione

Primo numero del Nuovo Anno e facciamo un bilancio ragionato sui volumi usciti in occasione del cinquantenario del ’68: testimonianze e riflessioni di donne che c’erano e hanno vissuto quel mitico anno scegliendo la militanza politica e/o l’impegno sociale. L’insieme restituisce un mosaico cangiante e ricchissimo che ci consente di capire come e perché il nodo politica/femminismo sia tuttora così complesso e problematico pure in un contesto assai diverso, non solo perché è lo scenario politico, sociale e culturale del nostro Paese a essere profondamente mutato, ma anche perché “per fortuna” ci sono nuove figure di protagonismo femminile a occupare la scena. Non ci furono solo “ragazze” nel ’68, ma anche donne già adulte: datare gli eventi è importante perché spiega la complessità e il senso di ciò che è accaduto. E dà ragione di una continuità che la componente maschile di quei movimenti generalmente non ha avuto.
Parliamo di teatro attraverso il dialogo tra Sarah Perruccio e l’attrice Elena Bucci, di Women’s Studies negli Usa con una intervista di Loredana Magazzeni a Cosetta Seno e un articolo di Gabriella Romani; Anna Toscano ricorda la veneziana Alda Monico e Maria Vittoria Vittori ha intervistato la scrittrice Elisabeth Åsbrink. Pina Mandolfo e Anna Trapani ci raccontano l’ultimo bellissimo libro di Maria Attanasio mentre Daniela Matrònola sceglie un recente breve romanzo di Patrizia Carrano. Dedichiamo alcune pagine all’amata Fabrizia Ramondino, scrittrice che non merita l’oblio in cui si trova. E c’è an-che un piccolo Focus sull’amore, dentro e fuori il matrimonio, come lo raccontano scrittrici e scrittori di lingue e paesi di-versi.
E ancora: a che punto è la relazione tra padri e figlie? Ce ne parla Saveria Chemotti. E come stanno cambiando le relazioni d’intimità? Lo mette a fuoco Giuliana Misserville in una recensione dell’ultimo libro di Barbara Mapelli. Marina De Chiara ha letto il magnifico libro di María de las Nieves sullo stereotipo della “puella” e Daniela Daniele annuncia l’uscita (finalmente anche in italiano) del volume di Shari Benstock sulle donne della Rive Gauche.
Infine, in occasione del Giorno della Memoria, vi segnaliamo l’articolo di Annalisa Comes su Mireille Gansel e la rubrica di Loredana Metta. Letture, under-15, Rubriche e News completano il menu di questo fascicolo. In cui vi preghiamo di non trascurare le pagine della nostra Campagna abbonamenti: siamo sicure che non vorrete certo trascorrere il 2019 senza la vostra Leggendaria!
Ci vediamo a marzo (8-10), alla seconda edizione della Fiera dell’editoria delle donne: Feminism/2. Stiamo preparando un numero fantasmagorico per l’occasione. Vi aspettiamo e intanto buone letture.

Informazioni aggiuntive

FORMATO

CARTA, PDF