Privacy Policy

By

PROSTITUTE, ESCORT E DONNE PERMALE, N. 85 DEL 2011, 8 EURO + Striscia di Lori

Prostitute, Escort e Donne Permale, n. 85 del 2011, 8 euro + Striscia Di Lori

carrello

Acquista questo numero online

nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i loghi delle carte di credito

Sospettiamo da tempo che nell’Italia del terzo millennio il cosiddetto gossip, più che un frivolo ma in fondo innocuo chiacchiericcio di superpagati pettegoli di mestiere, sia in realtà lo specchio opaco di un senso comune diffuso, pervasivo e contagioso. Nei giorni in cui chiudiamo questo numero le cronache (giudiziarie)  hanno riportato sulle prime pagine la vicenda di Ruby e allo stesso tempo annunciato la pubblicazione di un calendario pubblicitario con foto “artistiche” che riprendono il pube di 12 fanciulle dai volti sconosciuti. I due episodi ci sembrano produrre uno straniante corto circuito: alle imputazioni di corruzione di minorenne (tale era la ragazza marocchina all’epoca dei suoi incontri con il presidente del consiglio) il nostro líder maximo ha risposto in prima battuta che lui è “fidanzato”. Quindi, secondo la cara vecchia morale borghese, come si può sospettarlo di frequentare ragazze a pagamento? Una mossa che dovrebbe chiudere il cerchio perché fa leva proprio su quel senso comune che gode della trasgressione pruriginosa ma si ammanta di perbenismo. Intanto, il calendario di Oliviero Toscani è stato presentato a Firenze con un “Dibattito sulla Forza della Natura, incontro sulla Femmina” (sic, Femmina con la maiuscola). Perché le donne, com’è noto, sono natura, animali, femmine appunto, specie quando ce le servono a pezzi. Prevediamo sviluppi su entrambi i fronti. «Arrabbiarsi è un dovere, in molti casi», sostiene Silvia Neonato nella rubrica “Politica” commentando l’uso del corpo femminile per pubblicità volgari e offensive. Ma oltre ad arrabbiarsi, crediamo che occorra insistere nel cercare di capire, non abbandonarsi alla deriva, non farsi sopraffare dall’insensatezza. Così, questo numero di Leggendaria risulta di particolare attualità: perché nel Tema – illustrato con immagini a noi molto care di Maddalena Sisto – cui hanno contributo Anna Maria Crispino, Alberto Leiss, Mariella Gramaglia, Monica Luongo, Daniela Daniele e Paola Bono, scaviamo nella storia e nelle rappresentazioni della prostituzione, interroghiamo le molte figure che nel tempo sono state etichettate come “donne permale”, ascoltiamo un uomo che, con altri, riflette sull’abisso in cui è caduta l’autorità maschile. Nello Speciale Laura Corradi mette a fuoco, con gli strumenti della semiotica utilizzati in una ricerca con un gruppo di studentesse, l’uso di un “pezzo” del corpo femminile nelle pubblicità. Indovinate quale? Segnaliamo in particolare anche le pagine di Terre-mutate, perché oltre al valore degli scritti che vi  proponiamo (di Maria Carminati e Serenella Ottaviano), ci sono  notizie aggiornate sulle adesioni alla manifestazione del 7 e 8 maggio a L’Aquila di cui Leggendaria è co-promotrice. Ma naturalmente trovate le nostre proposte di libri da non mancare anche in Primopiano, Letture, Ultimi arrivi e Under15. Cominciamo con questo numero il 15esimo anno di vita della rivista: un tempo di resistenza lunghissimo per una piccola impresa editoriale  come la nostra nelle condizioni date. Noi, da parte nostra, ce la mettiamo tutta,  ma contiamo su di voi per andare avanti. Grazie a tutte quelle che si sono già abbonate! Alle altre diciamo: siamo ancora lontane dall’obiettivo, coraggio!

By

MASCHI, N. 70 DEL 2008, 9 EURO + Striscia di Lori

Maschi, n. 70 del 2008, 9 euro + Striscia di Lori

carrelloAcquista questo numero online

nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i loghi delle carte di credito

Di che cosa parliamo quando parliamo di maschi? Abbiamo scelto consapevolmente questa parola pesante e densa – al posto della più morbida “Uomini” cui avevamo dedicato un Tema qualche anno fa (Leggendaria, n. 31/2002) – per ragionare intorno a quella che Lia Cigarini ha nominato come “la questione maschile”. Fuori dagli ammiccamenti da rotocalco e le sapide inchieste da quotidiani, è indubbio che le relazioni tra le donne e gli uomini in questo nostro confuso Occidente – ma non solo – siano in grande difficoltà. Sul piano simbolico, ma anche nella realtà quotidiana, nelle dinamiche del potere,  nel gioco dei sentimenti. La speranza progressiva-progressista, ma soprattutto quella del femminismo di poter cambiare, ridefinire, riconfigurare il rapporto donna-uomo – nel privato, nel sociale ma anche nella politica – a partire da sé e dal lavoro sulla differenza, sembra essersi infranta contro un muro di inconsapevolezza e non-ascolto. Tanto che da tempo ormai con gli uomini, scrive Luisa Muraro sull’ultimo numero di Via Dogana (n.86, settembre 2008) «Nessuno scambio produttivo, esclusa una minoranza di uomini che però si distaccano dai loro simili quasi quanto noi, se non di più». Diamo quindi la parola ad alcuni uomini – scelti tra quei pochi che della loro differenza ragionano a partire da sé, e ad alcune donne che il confronto non hanno mai smesso di cercarlo. E mettiamo a fuoco alcuni spunti: sulla figura del “cliente” – mentre il governo Berlusconi approva le nuove norme sulla prostituzione proposte dalla ministra Carfagna – i giovani maschi figli di una generazione di madri più consapevoli, l’immaginario maschile in letteratura, e molto altro. Di questo Tema si discuterà a Torino il 28 settembre in una iniziativa nell’ambito del festival “Torino Spiritualità” (vedi pag. 68). Nello Speciale vi proponiamo una lunga e appassionata intervista di Blanca Garí a Richard Pankurst sulla madre Sylvia, suffragetta e antifascista militante, che a lungo si batté contro l’occupazione italiana dell’Etiopia e che scelse di trascorrere gli ultimi anni della sua vita nel paese africano che molto aveva amato. Assai densa la sezione di Primopiano, con una corposa sequenza dedicata all’India – all’ultimo romanzo di Sunny Singh, al testo di Mariella Gramaglia sulla “democrazia più complicata del mondo” e una intervista alla straordinaria poeta e performer indiano-keniana Shailja Patel (che sarà a Ferrara il 5 ottobre) . Ma anche con un testo-intervista dedicato alle celebrazioni di Cristina Trivulzio di Belgiojoso (che qui accanto nella striscia della nostra Lori battibecca con Alessandro Manzoni). E ancora, la poesia delle donne, il carteggio Bachmann-Henze, i racconti “abolizionisti” di Luisa May Alcott, un gran bel volume che racconta l’Italia del nostro presente. C’è come di consueto molto da leggere in Letture e Ultimi Arrivi e naturalmente non perdete la rubrica Graphic di Loredana Lipperini, che questa volta ci parla di Sirene… L’ultima uscita dell’anno sarà un numero doppio super-speciale dedicato alle Donne di Scienza: arriverà in libreria a novembre, non perdetelo, e vi aspettiamo per discuterne al Festival della Scienza a Genova. Ma intanto, è tempo di buone letture con questa Leggendaria!