Privacy Policy

By

LEGGENDARIA N. 100/2013

IL NUMERO 100

Cover-n100-2013-
Eccoci al nostro numero 100! Festeggiate con noi questo traguardo, che vuol essere anche un rilancio, perché Leggendaria in questi 17 anni di pubblicazioni ininterrotte è cambiata, e noi con lei, e con voi, e con il mondo in cui viviamo e su cui esercitiamo il nostro sguardo.

 

carrelloAcquista questo numero online

nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i loghi delle carte di credito

 

By

DONNE AL CIRCO, N.96 DEL 2012, 78 PAGINE, 10 EURO + Striscia di Lori

Donne al circo, n. 96 del 2012, 78 pagine, 10 euroStriscia Di Lori

carrello

Acquista questo numero online

nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i loghi delle carte di credito

Fatevi sorprendere da questo fascicolo di Leggendaria, che da creatura aperta e flessibile qual è, ha rimescolato le sue carte, cioè le sue pagine, per assecondare idee e passioni. E dunque in Apertura trovate cinque interventi intono all’evento Paestum, il nostro contributo al dibattito sul “dopo”, che ci riguarda tutte. E a seguire, inauguriamo una nuova sezione della rivista, che abbiamo chiamato “pratiche”, proprio per sottolineare come alcune iniziative – che altrove sarebbero definite “culturali” – sono il prodotto della nostra passione e della nostra politica: pratiche, appunto, perché quel di più che le caratterizza è nel segno esplicito della creatività e del cambiamento, e in quanto tali le riproponiamo a lettrici/lettori di questa testata. Le Strenne non potevano mancare in un numero rosso-natale: tra ultimissime novità e ripescaggi eccellenti vi suggeriamo i titoli – per adulti e ragazzi/e – che a nostro avviso potrebbero ben figurare nella vostra lista della spesa in libreria (reale o virtuale) per doni preziosi. Ma un dono altrettanto prezioso sarebbe ovviamente un abbonamento a Leggendaria: andate alle pagine 22-23 per scoprire che mai come quest’anno sostenere la rivista è essenziale. Siamo in vista del n. 100 e vorremmo davvero festeggiarlo alla grande. Ma dedichiamo la copertina e il “cuore” della rivista a un tema inusuale e anche questo, per certi versi, sorprendente: le donne che lavorano, scrivono, raccontano, fantasticano sul circo. Lo Speciale curato da Maria Vittoria Vittori si inoltra in un mondo pieno di suggestioni – e anche di qualche pregiudizio – dove le donne sono da tempo protagoniste: come artiste e imprenditrici, silenziose figure dietro le quinte e in qualche caso invece icone di un immaginario diffuso che rimanda al passato ma che a uno sguardo ravvicinato rivela forti tratti di post-modernità. Il circo è una realtà mobile e multiforme: spettacolo e strumento di pratiche sociali, oggetto e contesto di narrazioni sull’alterità, riferimento allo stesso tempo colto e popolare, campo di esercizio di figure diverse che sottendono altrettanti “mestieri” – dai clown alle trapeziste e alle acrobate – e sempre più rappresentazione del mescolamento di generi e linguaggi. Leggete per credere. Nella corposa sezione di Primopiano trovate, tra l’altro, un blocco di testi sull’Islam e il Mediterraneo: frettolosamente acclamate come rivoluzioni democratiche, e altrettanto velocemente criticate come porte aperte all’islamismo, le cosiddette “Primavere” arabe dovrebbero continuare a sollecitare la nostra attenzione nei confronti di un mondo che è in fase di veloce cambiamento e che non ha ancora trovato una sua stabilità. E in cui le donne – e i giovani, uomini e donne – giocheranno in ogni caso un ruolo di primo piano. E questo non solo ci interessa: ci riguarda, e molto da vicino. Buona lettura, dunque. E buone Feste di fine anno. Appuntamento a fine gennaio 2013, con uno straordinario numero doppio.

By

GENEALOGIE LETTERARIE E TRADIZIONE, N. 88 DEL 2011, 68 PAGINE, 8 EURO + Striscia di Lori

Genealogie Letterarie e Tradizione, n. 88 del 2011, 68 Pagine, 8 Euro + Striscia Di Lori

carrelloAcquista questo numero online

nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i loghi delle carte di credito

Affrontiamo l’estate dopo i risultati del voto amministrativo e dei quattro referendum in un clima politico e anche culturale, ci pare diverso (e certo meno depresso). I media lo chiamano “risveglio”, ma vorremmo sommessamente ricordare che c’è anche chi non si era mai addormentato. Non per tutte questa estate sarà solo vacanza. Storiche, filosofe e letterate terranno le loro scuole estive e seminari residenziali in tutta Italia tra giugno e settembre (guardate le nostre News), e molte giovani donne sono mobilitate per preparare il grande incontro nazionale di “Se non ora quando” a Siena, il 9 e 10 luglio. Ve lo racconteremo nel prossimo numero. Intanto, apriamo questa nostra Leggendaria con il racconto a più voci di un altro evento ad alta intensità simbolica, emotiva e politica: le giornate di maggio a L’Aquila. a siccome leggere è la nostra passione e, come scrive Monica Farnetti a pagina 60, «la letteratura è la nostra politica, il nostro mondo e il nostro amore», troverete un gran numero di recensioni in Letture, Primopiano e Ultimi arrivi e nella nostra TopFive, firmata questa volta da Giovanna Pezzuoli. Andate dunque in libreria prima di partire per le vacanze, o anche se rimanete in città: le librerie sono luoghi magici e preziosi, ben diversi dai sempre più invadenti supermarket del libro, e quelle piccole e indipendenti hanno bisogno di lettrici e lettori curiosi e intelligenti. Ve ne segnaliamo una in ogni Leggendaria: questa volta si tratta di una libreria romana che ci racconta la giovane scrittrice Chiara Mezzalama.
La seconda parte della rivista, su sollecitazione di molte lettrici, è interamente dedicata ai materiali della nostra II Giornata di studio Leggendaria (15 febbraio 2011) su “Genealogie letterarie e tradizione”: testi di Anna Maria Crispino, Maria Antonietta Saracino, Anna Scacchi, Daniela Daniele, Alessandra Riccio, Susanna Scrivo, Laura Fortini, Antonella Anedda e la già citata Farnetti, che mettono a fuoco lo “stato dell’arte” della ricerca e della critica sulle scritture femminili, sul tema del canone, dei generi e della lingua. Testi accompagnati da immagini delle opere di Nadia Magnabosco, che si sono parse bellissime. rrivederci a fine settembre, con rinnovato vigore ma crescente preoccupazione per la sorte di questa nostra Leggendaria: i processi di concentrazione editoriale, che influiscono fortemente sulla distribuzione, stanno rendendo sempre più difficile farci trovare in libreria nonostante tutti i nostri sforzi. Stiamo pensando a possibili alternative, da concretizzare entro la fine dell’anno, ma nel frattempo invitiamo le leggendarie lettrici e i leggendari lettori a utilizzare senza risparmio il vecchio metodo del passaparola e a visitare il nostro sito www.leggendaria.it anche per gli acquisti. Abbonarsi, è bene ripeterlo, resta sempre il modo migliore per non perdere la rivista e sostenere il nostro progetto.
Buona estate e buone letture!