By

I TALENTI DELE DONNE, N. 77/78 DEL 2009, 10 EURO + Striscia di Lori

I talenti dele donne, n. 77/78 del 2009, 10 euro + Striscia di Lori

carrelloAcquista questo numero online

nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i loghi delle carte di credito

Concludiamo il 2009 con un doppio numero davvero stra-ordinario: il Tema “I talenti delle donne”, curato da Nadia Tarantini, occupa gran parte del nostro fascicolo principale, ed è ricco di questioni che si richiamano l’un l’altra in un gioco di voci e firme diverse per età, collocazione, saperi e aree geografiche. Scandito in quattro parti – la cura, la scrittura, protagonismi, l’arte e la vita – e accompagnato dalle intriganti opere di Silvia Manazza – interroga la politica, quella apparentemente più lontana dagli scenari consueti in cui si aggira questa rivista, più nascosta eppure forte e vitalissima, piena di creatività, spiritualità, forza femminile; fa parlare donne adulte e donne più giovani; signore dell’oggi e personaggi del passato. Perché i “talenti” delle donne sono a volte visibili e a volte più nascosti, ma hanno un comune, fortissimo legame con il talento di vivere e far vivere, nella felicità della riuscita e nel dolore della scacco. Insomma sono in fin dei conti “l’arte della gioia”, il sapere della vita.  Lo Speciale “Animale, minerale”, illustrato dalle belle foto di Rosa Maria Grella, mette insieme la raffinata riflessione di una giovane filosofa (Chiara Turozzi) con l’approfondita ricerca della letterata Claudia Patuzzi intorno al rapporto di scrittura tra donne e animali, mentre il testo inedito della cilena Ana Pizarro racconta una educazione sentimentale e artistica collocata nello scenario della natura: alberi, acqua, pietre. Nelle pagine di A/margine, trovate, tra l’altro, le “note di lavorazione” di Pina Mandolfo, autrice del soggetto e della sceneggiatura del film Viola di mare, che molto sta facendo discutere.  Un dono per lettrici/lettori e abbonate/i è il supplemento “Strenne”: 24 pagine di percorsi di lettura e recensioni per prepararvi a regalare e regalarvi dei libri per le prossime feste di fine anno. Vi proponiamo 50 titoli, scelti tra le novità più recenti, e privilegiando la piccola e media editoria (quella che più difficilmente ormai trovate nelle mega-librerie) per orientarvi nella scelta. E le interviste a due autrici davvero speciali: Dana Spiotta e Elizabeth Strout. Concludiamo il 2009 e ci prepariamo al 2010 con la ferma convinzione che Leggendaria sia più che mai utile e necessaria in questi tempi grigi. Per farla, oltre al nostro impegno e alla nostra passione, occorre il vostro sostegno. Lanciamo quindi la Campagna Abbonamenti offrendovi anche qualche gustosa proposta: andate a pag. 12-13 del nostro supplemento e leggete la lettera che vi accludiamo. Perché abbonarsi, quest’anno, è una scelta davvero leggendaria.  Buona lettura e Buone Feste

By

LE LIBRAIE, N. 84 DEL 2010, 9 EURO + Striscia di Lori

Le Libraie, n. 84 del 2010, 9 euroStriscia di Lori

carrelloAcquista questo numero online

nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i loghi delle carte di credito

Azzurra e liquida questa nostra Leggendaria, dominata com’è dal “Tema” delle Sirene, figure che godono della cattiva fama di ammaliatrici assai pericolose per i poveri maschi, tanto più se eroi. Ma, come vedrete, le amiche del gruppo milanese delle Melusine le “riabilitano” alla grande, scavando all’origine del mito e dandone più di un’interpretazione alternativa. é un “Tema”, questo, davvero frutto di un intreccio di relazioni, realizzato attraverso una triangolazione virtuosa tra un gruppo che ha lavorato insieme a partire da un sogno, rimandandosi la parola e incrociando saperi, la forte presenza connettiva di Nadia Tarantini che ha tenuto saldamente nelle sue mani i fili del discorso, e la redazione di Leggendaria (in primis la direttora e la grafica) che l’ha accolto e messo in pagina dandogli forma e leggibilità. Il tocco impareggiabile di Lori – che vedete qui accanto nella sua Striscia – ci dice delle Sirene contemporanee con un’ironia che solo la profondità delle sue conoscenze può rendere lieve e allo stesso tempo implacabile. Azzurre sono anche le pagine che dedichiamo alle letture estive, per le quali abbiamo privilegiato storie narrate (da leggere o da ascoltar leggere), seguendo suggestioni tematiche e di generi, senza dimenticare ovviamente i/le più giovani. Non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ma molti titoli, come di consueto, li trovate anche in “Primopiano” e “Letture”. E, dulcis in fundo, c’è un breve racconto di Itala Vivan, che ci racconta di un viaggio molto speciale in un tempo davvero speciale che ha il sapore di un amarcord. Leggendaria va in vacanza, come, speriamo, tutte le sue lettrici e i suoi lettori (anche chi non parte!). Ci vediamo in autunno, quando riprenderemo, tra l’altro, il discorso delle “Terre-mutate”, dando seguito all’intensa relazione che quel fascicolo di Leggendaria (che, eccezionalmente, trovate in 162 edicole dell’Abruzzo fino a settembre) ha creato con le donne aquilane.