Privacy Policy

By

LEGGENDARIA N. 99/2013

DOSSIER LUCE D’ERAMO
COME INTENDERSI CON L’ALTRO

carrelloAcquista questo numero online

e anche in PDF: nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i logoi delle carte di credito

99-Cover-sola1E’ in distribuzione – finalmente, direte voi giustamente!! – il nuovo numero (99), che nelle nostre intenzioni doveva essere “snello” per concentrarci sul famoso e molto atteso n.100, invece no. È ancora più corposo del precedente fascicolo doppio e pieno di cose belle.

 

99-Cover-supl1

DalTema”, che abbiamo intitolato “In movimento” – per segnalare quali e quante cose accadono mentre Tv e media ci tengono inchiodati alla crisi economica e istituzionale – al Dossier di 24 pagine su Luce d’Eramo, cui abbiamo dedicato la nostra III Giornata di studio Leggendaria a inizio marzo.

Ma parliamo anche di vampire e matriarcato, di Hilda Doolittle e Iréne Nèmirovsky, di Maria Pia Veladiano e Maria Savorgnan. Ancora, tra l’altro, c’è un’intervista a Cristina Comencini e un ricordo di Francesca Molfino, amica amatissima di noi tutte e di Leggendaria.

Naturalmente, non poteva certo mancare la seconda parte del nostro feuilleton, il romanzo a sei mani scritto per noi da Lidia Ravera, Chiara Mezzalama e Gaia Formenti.

 

 

 

By

LETTRICI & PERSONAGGE, N. 90 DEL 2011, 70 PAGINE, 10 EURO + Striscia di Lori

Lettrici & Personagge, n. 90 del 2011, 70 pagine, 10 euro + Striscia Di Lori

 carrelloAcquista questo numero online

nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i loghi delle carte di credito

Chi è la lettrice? Si potrebbe semplicemente rispondere: una donna che legge libri. Ma sarebbe troppo ovvio, perché anche la lettrice è un prodotto storico, una costruzione simbolica polisemica, una figurazione in costruzione, mutante, in divenire. Come la personaggia (eh, sì, abituatevi al neologismo, dapprima vi sembrerà una forzatura, ma poi vedrete quanto ci facilita il discorso con la sua forza deneutralizzante!), oggetto del prossimo convegno nazionale della Società Italiana delle Letterate (Genova, 18-20 novembre) di cui vi parliamo ampiamente nelle pagine del nostro Tema, accompagnato dalle immagini di opere di Nadia Magnabosco. Vi offriamo riflessioni, testimonianze, recensioni che serviranno a mettere a fuoco una questione ricca e complessa, proprio come piace a noi leggendarie, che nutriamo una passione sconfinata per la lettura e che con le personagge abbiamo una lunga e proficua relazione. Cominciate dalla Striscia di Lori qui accanto, quale miglior viatico per avvicinarsi alle personagge? L’Apertura è dedicata ancora alla politica, e in particolare al sistema elettorale su cui, se non si va alle urne prestissimo con il vigente “Porcellum”, verremmo chiamate/i a votare al referendum per il quale l’estate scorsa sono state raccolte oltre un milione di firme. Ma c’è anche una Rubrica/Politica dedicata alle donne nella giunta comunale di Napoli, e un’altra sulla presidente della Liberia, una delle tre signore insignite del premio Nobel per la pace. Particolarmente ricca in questo numero della nostra Leggendaria la sezione A/margine: convegni, cinema, teatro, scuole estive sono solo alcune delle ottime iniziative che si sono realizzate negli ultimi mesi: c’è, ci pare, una enorme vitalità nel mondo delle donne e dintorni, non sarà mica vero che la crisi aguzza l’ingegno? Ricordiamo la scrittrice Agota Kristóf da poco scomparsa in apertura della sezione di Primopiano, ricca di approfondimenti e proposte. Ma non ci siamo dimenticate delle Strenne, per tutte le età, in vista delle prossime feste. E ancora libri nelle recensioni dello spazio Letture e nella nostra TopFive.È tempo di rinnovare l’abbonamento, di regalarlo a parenti e amiche/amici, di consigliarlo a colleghe/i e conoscenti: la nuova Campagna Abbonamenti è a pagina 70, le sostenitrici riceveranno in dono una confezione dei nostri 4 quadernini. Ricordate, Leggendaria è una creatura fragile e preziosa, irrinunciabile! Buona Feste, ci rivediamo nel 2012.

 

By

IL VIRUS, N. 80 DEL 2010, 10 EURO + Striscia di Lori

Il Virus, n. 80 del 2010, 10 euro + Striscia di Lori

carrelloAcquista questo numero online

nella pagina del pagamento che si apre clicca su ‘continua’ sopra i loghi delle carte di credito

Calato il polverone che ha preceduto e seguito la scadenza elettorale, l’orizzonte non è affatto più chiaro: anzi, appare vieppiù nebuloso e incerto. Possiamo facilmente profetizzare che le telenovelas sessual-politiche che ci hanno accompagnato nell’anno alle nostre spalle si arricchiranno di nuove puntate. Perché ormai l’asse sesso-denaro-politica – che molti continuano a confondere, in buona o cattiva fede, con la manifestazione di una indebita intrusione nel “privato” della nostra classe politica, cioè gossip o poco più – è un virus che ha contagiato la stessa cultura del nostro vivere civile, l’immaginario e le relazioni, simboliche oltre che in molti casi reali, tra uomini e donne (Bia Sarasini). Il potere politico-mediatico ha sviluppato una sua modalità comunicativa “seriale” perfettamente adeguata a un pubblico di spettatori-consumatori, spettatrici-consumatrici, che con il classico profilo del cittadino/cittadina ha ormai ben poco a che vedere (Monica Luongo e Simona Bonsignori). È anche questione di linguaggio (Maria Pia Ercolini, Cecilia Robustelli a colloquio con Loredana Cornero), e occorre non perdere il filo della nostra politica (Giancarla Codrignani e Ivana Rinaldi).Perché si può, come diceva un bel cartello visto alla manifestazione del 13 marzo scorso, esprimere un “Legittimo incazzamento”; si può, come invitava a fare un altro cartello, “Coltivare l’indignazione”; si può, come proviamo a fare nel Tema di questo nostro numero, continuare ostinatamente a tentare di capire, distinguere, mettere in sequenza e in prospettiva i segnali che ci arrivano e gli eventi che accadono.  Sapendo che, se anche le narrative che appaiono egemoni in questa fase non ci comprendono – anzi, sembrano cancellare e svilire il valore di ciò che come donne abbiamo elaborato e praticato – e da noi e a noi che dobbiamo sempre, ogni volta, partire e ritornare per trovare forze, intelligenze, pratiche e progetti che raccontino e preparino altre narrazioni possibili. Mettendoci in ascolto di altre e altri (Mariella Gramaglia e Assunta Sarlo; Ida Dominijanni, Gad Lerner, Stefano Ciccone intervistate/i da Silvia Neonato e Bia Sarasini). E senza perdere il sorriso: guardate la striscia di Lori qui accanto! Ma c’è molto altro in questo numero di Leggendaria: Luciana Di Mauro firma un reportage sull’Aquila a un anno dal terremoto del 6 aprile, che anticipa lo Speciale che stiamo preparando per il prossimo numero. Clara Antonucci e Caterina Romeo ci parlano del memoir italoamericano. Inoltre vi riproponiamo in Antologia il bel pezzo di Maria Grosso su Katherine Bigelow e il film sull’Iraq con cui la regista ha vinto molti premi Oscar e la recensione di uno straordinario film di Giorgio Diritti. E poi, le sezioni di Primopiano, Letture, Ultimi arrivi in cui pescare molte buone letture.